Il viaggio verso casa

Pubblicato il 07/10/2020 da Manuela Veterinaria

«Una tappa fondamentale è il primo viaggio verso casa del cucciolo. Non bisogna fare errori.»

Categorie: Veterinari, cani, Bisogno di esercizio, Carattere e socialità, Prezzi e Dove trovarlo, Cure e salute

Veterinari,cani,Bisogno di esercizio,Carattere e socialità,Prezzi e Dove trovarlo,Cure e salute: Il viaggio verso casa

Il primo viaggio verso casa del nuovo cucciolo è una tappa spesso sottovalutata. In realtà è fondamentale: sia che abbiate acquistato il cucciolo da un allevatore professionale, sia da uno amatoriale o adottato un cucciolo da un rifugio/canile, sarà in pratica la prima cosa che farete insieme al vostro nuovo cane. Riuscire a far andare per il verso giusto questa prima esperienza è molto importante per il rapporto futuro col cane.

Sommario:

Preparare il cucciolo

Amstaff

Dal punto di vista dell'allevatore, soprattutto nel caso di proprietari neofiti e inesperti, è bene assicurarsi che si siano attrezzati adeguatamente per trasportare il cucciolo a casa. 

E' probabile che nell'eccitazione del momento il proprietario si scordi di cose fondamentali come:

  • procurarsi un trasportino per il trasporto del cucciolo in sicurezza (ribadendo più volte il concetto che il cucciolo non va lasciato libero in auto e che prima di aprire la porta del veicolo bisogna controllare che il cane sia in sicurezza e non possa scappare)
  • attrezzare la macchina con l'apposita rete per trasportare il cucciolo nel bagagliaio (non metto il moschettone da attaccare alla cintura di sicurezza e alla pettorina perché, tecnicamente, nel Codice della Strada non è citato e potrebbe essere contestato il suo uso)
  • prendere e firmare i documenti del passaggio di proprietà
  • attrezzarsi a casa con cibo e accessori del caso

Preparare la macchina

Preparare la macchina vuol semplicemente dire attrezzarsi con mezzi di trasporto idonei per il cucciolo. Che per la legge sono:

Bouledogue francese

  • trasportino per cani
  • rete per separare il vano del bagagliaio in cui starà il cucciolo dal resto dell'auto

Conviene preparare delle coperte o degli asciugamani su cui far accomodare il cucciolo, mentre consigliamo di portarsi dietro anche dello scottex o dei fazzoletti da usare in caso di necessità (traduci con: cucciolo che fa la pipì e la cacca in macchina, cucciolo che soffre il mal d'auto e vomita...).

Se la distanza da casa non è eccessiva, non serve portarsi del cibo (tranne magari dei premietti da dare al cucciolo se si comporta bene mentre viaggia). Se, invece, avete ore e ore di viaggio di fronte a voi, è bene attrezzarsi con cibo, acqua e traversine per farlo sporcare a intervalli regolari.

E' anche possibile spruzzare in auto gli appositi ferormoni calmanti e rilassanti per i cani, in modo che l'ambiente trasmetta messaggi tranquillizzanti al cane.

Cosa fare se il cucciolo piange in macchina?

San Bernardo cucciolo

Ci sono cuccioli che amano viaggiare in auto, ma ce ne sono altri che hanno paura o che proprio soffrono di cinetosi. Per il cucciolo questo è un momento di distacco estremo da tutto quello che ha sempre conosciuto: entrerà in un mondo nuovo. E' anche probabile che non abbia mai visto un'auto in vita sua e quindi non sappia come reagire a quella cosa rumorosa che si muove e dagli odori strani.

Fate salire il cucciolo in auto in maniera festosa e allegra, senza ansia e nervosismo: dovrete trasmettere un senso di calma e fiducia al cucciolo. Magari non caricatelo in auto subito dopo averlo staccato dalla mamma e dai fratellini, soprattutto non quanto è iper eccitato o agitato, prima fatelo giocare un po' o fategli fare un giro intorno al veicolo in modo che si stanchi un po' nella speranza che poi arrivato in auto si addormenti.

Una volta messa in moto l'auto aspettate qualche minuto che si abitui al rumore del veicolo, non partite subito in quarta sgommando. Quando si sarà abituato partite piano: dategli il tempo di abituarsi. Nonostante tutto ciò, ci sono comunque dei cuccioli che ululano disperati e vomitano per la nausea appena mettono zampa sulla macchina. In questi casi bisogna evitare di rinforzare questi comportamenti negativi del cucciolo. Viene istintivo rassicurare e coccolare un cucciolo che si comporta così, ma se coccolate un cane nel momento stesso in cui ha paura o lo fate eccessivamente, rinforzerete la sua paura: gli state dicendo che fa bene ad avere paura e che quello è il comportamento giusto da tenere, cosa che lo spingerà ad ululare e avere sempre più paura.

Mostratevi calmi e rilassati, non date eccessivo peso ai suoi ululati. Una coccola per fargli sentire che siete vicini e che siete tranquilli può andare bene, accarezzarlo di continuo dicendogli con tono ansioso "No, dai, stai tranquillo, va tutto bene, stai calmo, hai paura? Eh, hai paura?" non va bene, ottenete solamente l'effetto opposto. Se il cucciolo vi vedrà tranquilli è possibile che ad un certo punto smetta di piangere e ululare, adeguandosi al vostro stato d'animo: a quel punto coccolatelo.

Anche nel caso di vomito da mal d'auto, non andate subito in ansia agitandovi e ripetendo a manetta "Poverino, stai male, eh, stai male, quanto soffri": ovvio che sentendosi dire cose del genere con un tono impaurito, il cucciolo assorbirà tale ansia e paura. Limitatevi a pulirlo senza stressarlo e fatevi vedere calmi e rilassati. Se si tratta di cinetosi vera e propria, contattate poi il vostro veterinario per valutare come procedere.

Cosa fare appena arrivati a casa

Appena parcheggiate davanti a casa, la tentazione è quella di entrare subito in casa con il cucciolo in braccio, stile trionfo di Cesare. 

Dogue de Bordeaux

In realtà, sarebbe meglio procedere in modo diverso. Scesi dalla macchina, fate fare al cucciolo una breve passeggiata al guinzaglio intorno a casa (non andate troppo in giro perché comunque il cucciolo non avrà ancora terminato i vaccini) in modo che cominci a fiutare gli odori intorno a casa, si sgranchisca un po' e smaltisca l'eccitazione del viaggio camminando.

Quando si sarà tranquillizzato, ecco che vi avvicinerete a casa e dalla porta entrerete prima voi e poi il cucciolo: il leader entra per primo, gli altri dopo. In questo modo il cane sarà sin da subito rassicurato del suo ruolo nel branco e si sentirà più tranquillo. Da qui in poi, per il primo giorno a casa, vi invitiamo a leggere il nostro articolo apposito.

Cerchi un cucciolo di cane?

  • Trovalo fra i cuccioli di cane pubblicati da allevamenti selezionati
  • Consulta l'elenco di allevamenti selezionati di cani e prenota un cucciolo
  • Scopri tutte le caratteristiche del cane

Sei un Veterinario?

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: