L'ultima settimana prima del parto

Pubblicato il 03/12/2020 da Manuela Veterinaria

«Cosa fare durante l'ultima settimana prima del parto? Ecco qualche consiglio.»

Categorie: Veterinari, cani, Cure e salute

Veterinari,cani,Cure e salute: L'ultima settimana prima del parto

Ecco, ci siamo, ci avviciniamo a fine gravidanza e siamo arrivati all'ultima settimana prima del parto. L'attesa sta per finire e siamo in prossimità del temuto momento del parto. Vediamo cosa fare e cosa non fare durante quell'ultima settimana, come prepararsi al meglio per il parto.

Sommario:

Ultima settimana prima del parto: alimentazione

Havanese

In teoria, essendo durante l'ultima settimana del parto, se abbiamo seguito tutte le indicazioni del caso dovremmo non solo aver aumentato la razione, ma essere quasi alla fine del cambio graduale di alimentazione con le crocchette per cuccioli di piccola taglia.

Resistete alla tentazione di somministrare alla cagna cibi diversi da quelli previsti, per evitare vomiti e diarree che non sarebbero opportuni soprattutto in vicinanza del parto.

Preparare la sala parto

Nel frattempo dovreste aver anche terminato di allestire la sala parto, avendo avuto cura di abituare gradualmente la cagna a questo luogo che, si spera, nel frattempo sarà diventata la sua cuccia preferita. 

Border Collie

Assicuratevi di avere a disposizione tutto quello di cui potreste aver bisogno durante il parto:

  • prodotti per la pulizia della cagna e della cuccia
  • stracci e asciugamani
  • forbici per tagliare il cordone ombelicale se necessario
  • filo per chiudere il cordone ombelicale se necessario
  • guanti monouso
  • numero di telefono del veterinario
  • cibo e acqua per la cagna

Controlli veterinari

Durante l'ultima settimana pre parto è possibile che il veterinario intensifichi il numero di controlli ed ecografie, soprattutto se si è superato il limite previsto per il parto (anche se abbiamo visto che, a meno di non essere certi del momento dell'ovulazione o del picco dell'LH, il range è alquanto variabile) o se si notano anomalie nella madre o nei cuccioli.

Se notate qualsiasi cosa stonata, contattate subito il veterinario per evitare di sottovalutare l'insorgenza di potenziali problemi.

Preparare la documentazione necessaria

Rottweiler

Ricordatevi anche di preparare la documentazione necessaria, in particolare il certificato di nascita (Modello B) che andrà poi consegnato all'Enci per poter ottenere il Pedigree dei cuccioli (il certificato di monta, Modello A, dovrebbe già essere stato consegnato).

Se è presto per pensare all'applicazione del microchip (il microchip va applicato entro e non oltre i 60 giorni di vita del cane), rammentatevi che in alcune Regioni anche l'Asl vuole una semplice denuncia di cucciolata dove si attesta semplicemente che in tale data sono nati tot cuccioli maschi, femmine, vivi o morti dalla cagna con quel microchip e appartenente a quel proprietario. Non in tutte le Regioni è richiesta e non in tutte le Asl, per cui informatevi per tempo dal vostro veterinario.

Cerchi un cucciolo di cane?

  • Trovalo fra i cuccioli di cane pubblicati da allevamenti selezionati
  • Consulta l'elenco di allevamenti selezionati di cani e prenota un cucciolo
  • Scopri tutte le caratteristiche del cane

Sei un Veterinario?

Vuoi approfondire le caratteristiche dei cani?

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: