La giardia nel gatto

Pubblicato il 23/07/2021 da Isabella Milani

«La giardia è un parassita (protozoo flagellato) che infetta l'intestino di numerosi ospiti vertebrati. La trasmissione del parassita avviene per via oro-fecale. Esistono diversi farmaci che sono generalmente efficaci contro la giardia ma i tempi di guarigione dipendono molto dalla risposta individuale: contro questo parassita la miglior difesa è la prevenzione.»

Categorie: Allevatori, gatti, Cure e salute

Allevatori,gatti,Cure e salute: La giardia nel gatto

Articolo a cura di Alessio Pasquini, allevatore di Sphynx e Lykoi con affisso Nude Look e TICA Sphynx Breed Committee Chairperson

Giardiasi - Giardia spp

EZIOLOGIA: La giardiasi è un'infezione intestinale protozoaria dell'uomo e di molti animali domestici e di altro tipo che si verifica in tutto il mondo. L'organismo "giardia" è un parassita intestinale protozoo flagellato con diverse specie morfologicamente distinte. Gli esseri umani, i cani, i gatti, i bovini e molti altri mammiferi possono essere infettati da questo parassita. I nomi delle specie sono attualmente in discussione e potrebbero cambiare.
Lo stato tassonomico e il potenziale zoonotico non sono distinti.
EVENTO: Giardia spp. parassiti si verificano in una vasta gamma di mammiferi e uccelli. Fonti d'acqua come pozzi e corsi d'acqua possono essere contaminate da cisti infettive. Le cisti sono resistenti e possono sopravvivere per lunghi periodi in ambienti umidi al di fuori dell'ospite.

CICLO VITALE:

Gli organismi della giardia si verificano nelle due fasi della vita, nutrendosi di trofozoiti e cisti resistenti all'ambiente. Le cisti vengono ingerite e i trofozoiti vengono rilasciati per nutrirsi sulla superficie dei microvilli che rivestono l'intestino tenue producendo lesioni microscopiche sui villi. I trofozoiti si moltiplicano per fissione binaria. L'incistazione si verifica nel tratto intestinale inferiore e le cisti immediatamente infettive vengono trasmesse nell'ambiente.

CARATTERISTICHE CLINICHE:
Le infezioni nei gatti adulti sono generalmente subcliniche, ma si osservano anche malattie cliniche. Il tasso di portatore subclinico varia dal 2 al 10% circa. La diarrea acuta e cronica si verifica principalmente nei gattini e nei cuccioli.  Quando presenti in numero sufficiente, i trofozoiti interferiranno con la digestione e l'assimilazione dei grassi. Una grave infezione negli animali suscettibili può causare grave disidratazione e cattivo stato nutrizionale.

DIAGNOSI:
La flottazione con centrifugazione in ZnSO4 colorato con iodio di Lugol recupererà le cisti e delineerà le strutture interne di un axostyle e dei nuclei microscopicamente. L'esame microscopico di uno striscio diretto di feci diarroiche molto fresche può rivelare trofozoiti mobili. Sono disponibili nuovi test ELISA fecale per il test dell'antigene di giardia.
TRATTAMENTO E CONTROLLO:
L'infezione può essere autolimitante e non necessitare di cure. Attualmente il trattamento raccomandato per i gatti è la combinazione fenbendazolo o febantel/pyrantel/praziquantel per tre giorni consecutivi, seguiti dal bagno dell'animale trattato e da un'accurata pulizia dell'ambiente per ridurre al minimo la possibilità di reinfezione. È disponibile un vaccino, ma di valore sconosciuto nel trattamento della malattia clinica. Tenere cani e gatti in casa riduce le possibilità di un'infezione ambientale.
SALUTE PUBBLICA:
Alcuni isolati di cani, gatti, criceti e castori sono geneticamente identici agli isolati recuperati dall'uomo.

Alessio Pasquini

Cerchi un cucciolo di gatto?

  • Trovalo fra i cuccioli di gatto pubblicati da allevamenti selezionati
  • Consulta l'elenco di allevamenti selezionati di gatti e prenota un cucciolo
  • Scopri tutte le caratteristiche del gatto

Vuoi approfondire le caratteristiche dei gatti?

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: