La monta artificiale

Pubblicato il 07/11/2020 da Manuela Veterinaria

«Quando è consentito effettuare la monta artificiale? Solo in determinate circostanze.»

Categorie: Veterinari, cani, Prezzi e Dove trovarlo, Cure e salute

Veterinari,cani,Prezzi e Dove trovarlo,Cure e salute: La monta artificiale

Dopo aver parlato della monta naturale, per par condicio oggi andiamo a parlare anche di monta artificiale. Con il termine di monta artificiale o inseminazione artificiale si intende una metodica con la quale gli spermatozoi vengono prelevati da un maschio (lo sperma può essere sia fresco che congelato) e inseriti nell'apparato riproduttore femminile durante la giusta fase estrale in modo da tentare una gravidanza. Va da sé che, come la monta naturale, anche con la monta artificiale non è garantita ogni volta la gravidanza.

Inoltre l'Enci e la FCI sono molto chiare per quanto riguarda l'uso dell'inseminazione artificiale: è consentita solo in determinate circostanze.

Sommario:

Quando è consentita la monta artificiale

Dobermann

Secondo ENCI e FCI, non è possibile praticare l'inseminazione artificiale in soggetti che non si siano riprodotti naturalmente in precedenza.

Ovviamente ci sono delle eccezioni:

  • concessioni particolari da parte delle varie organizzazioni cinofile nazionali per preservare e tutelare il patrimonio genetico di quella razza
  • salute della fattrice
  • migliorare la salute della razza

L'inseminazione artificiale può essere fatta solo da un veterinario che raccoglie lo sperma. Al veterinario spetta poi il compito di certificare, tramite apposito attestato (indicando luogo, data e dati di fattrice e proprietario), al Libro delle Origini del paese che lo sperma, sia fresco che congelato, proviene da quello stallone. Questi attestati devono essere poi dati dal proprietario del maschio, gratuitamente, al proprietario della fattrice. Le spese per l'inseminazione artificiale sono tutte a carico del proprietario della fattrice.

In generale, nell'allevamento andrebbero impiegati solamente soggetti che possono riprodursi in modo naturale e andrebbe evitato l'uso dell'inseminazione artificiale nei soggetti non in grado di accoppiarsi naturalmente. Concessioni particolari possono esserci, per esempio, in razze di cani Bulldog inglesi o alcuni molossoidi di grossa taglia che non riescono fisicamente a fare il salto per la monta o in cui le femmine non riuscirebbero a sopportare il peso della mole del maschio.

Bisogna poi ricordare che l'UC potrebbe effettuare verifiche periodiche della corretta attribuzione della paternità e della maternità tramite l'analisi del DNA. Il prelievo di campioni di materiali biologico (effettuato o dal veterinario o da controlli autorizzati dalla delegazione) e l'invio ai lavoratori sono obbligatori per questi riproduttori (per permettere l'identificazione con analisi del DNA):

  • tutti i riproduttori da ammettere alla riproduzione selezionata
  • tutti gli stalloni che hanno fatto più di 5 cucciolate
  • tutti gli stalloni usati nell'inseminazione artificiale
  • tutto gli stalloni esteri arrivati in Italia nella stazione di monta
  • i campioni di bellezza, lavoro e riproduttori riconosciuti dall'ENCI prima dell'omologazione del titolo e che ottengono altri titoli da riportare sul certificato genwalogico
  • tutti i cani che vengono fatti accoppiare con i soggetti dei precedenti punti (disposizione in vigore dal 1 gennaio 2019 per il DM n. 31369 del 13 novembre 2018)

Come avviene la monta artificiale

Come abbiamo visto, per l'inseminazione artificiale è necessario che venga contattato il veterinario il quale dovrà poi rilasciare apposito attestato.

Veterinario

Prima di procedere all'inseminazione vera e propria, il veterinario solitamente controllerà:

  • numero di microchip della femmina e del maschio
  • stato di salute del maschio e della femmina: è abbastanza evidente che è controproducente tentare di accoppiare un maschio con orchite in corso o una femmina con vaginite o endometrite, non solo si mette a rischio la salute degli animali, ma di sicuro anche l'inseminazione artificiale non andrà a buon fine
  • qualità dello sperma del maschio: è fondamentale perché è inutile tentare un'inseminazione artificiale con un maschio che produce pochi spermatozoi, spermatozoi poco vitali o alterati
  • fase estrale della femmina: bisognerà controllare tramite tampone vaginale, esame del progesterone e esame dell'LH che la femmina sia nella giusta fase

Se tutti questi test sono andati a buon fine, ecco che il veterinario provvederà a prelevare il liquido seminale del maschio e inserirlo nell'apparato riproduttore della femmina. Durante queste fasi è importante che i proprietario degli animali siano presenti per rassicurarli e farli stare a loro agio. Una volta terminata la fecondazione artificiale, vale la regola di evitare di mettere la femmina in situazioni in cui potrebbe accoppiarsi con altri maschi (traduci con: lasciarla libera senza guinzaglio, lasciarla da sola in giardino, portarla a spasso nell'area cani e chiacchierare spensieratamente con gli amici mentre alle vostre spalle la cagna si accoppia felicemente...).

Dopo 20 giorni dall'accoppiamento è consigliato prenotare un'ecografia dal veterinario per essere sicuri che la gravidanza sia andata a buon fine.

Differenza fra monta assistita e monta artificiale

Siberian Husky

Specifichiamo meglio un aspetto della vicenda: aiutare due cani ad accoppiarsi non è la stessa cosa che fare una monta artificiale (di questa abbiamo parlato nei paragrafi precedenti). 

Tenere una femmina ferma perché magari il maschio è un po' imbranato, aiutare il cane nella penetrazione perché non sa bene cosa fare o tenere fermi i due cani dopo l'accoppiamento per evitare che si facciano male mentre il "nodo" si scioglie, è assolutamente consentito, anzi, fa parte del normale lavoro dell'allevatore.

Cerchi un cucciolo di cane?

  • Trovalo fra i cuccioli di cane pubblicati da allevamenti selezionati
  • Consulta l'elenco di allevamenti selezionati di cani e prenota un cucciolo
  • Scopri tutte le caratteristiche del cane

Sei un Veterinario?

Vuoi approfondire le caratteristiche dei cani?

Commenta questo articolo:

Ti potrebbe interessare: