Le origini del Bassotto Tedesco e la sua storia

Pubblicato il 06/12/2018 da Ceppo Rosso

«L’esistenza di cani bassi sugli arti è testimoniata da bassorilievi e geroglifici egizi e da numerosi reperti facenti capo a differenti geografie ed epoche storiche remote ma ricostruire con precisione la storia del Bassotto Tedesco - dall’origine a come lo conosciamo oggi - è impresa tutt’altro che facile.»

Categorie: Allevatori, Bassotto

Allevatori,Bassotto: Le origini del Bassotto Tedesco e la sua storia

Le origini del Bassotto Tedesco

L’esistenza di cani bassi sugli arti è testimoniata da bassorilievi e geroglifici egizi e da numerosi reperti facenti capo a differenti geografie ed epoche storiche remote ma ricostruire con precisione la storia del Bassotto Tedesco - dall’origine a come lo conosciamo oggi - è impresa tutt’altro che facile: leggende, fantasie  e teorie si inseguono, si intersecano e – spesso - si contraddicono, dando luogo a interpretazioni certamente affascinanti, ma altrettanto incerte. E’ plausibile che l’utilità di cani “bassotti” per la caccia in tana sia stata scoperta contemporaneamente in diverse parti del mondo, agli albori della civiltà: se accettiamo questa premessa, diventa praticamente impossibile risalire ad un unico progenitore di razza.


Bassotto Tedesco Allevamento Wanhelsing

Vediamo allora di cercare almeno le origini del Bassotto moderno e lo facciamo analizzando l’evoluzione dei cani da caccia e – in particolare – dei segugi. Fin dall’antichità questi cani si rivelarono i più idonei ad accompagnare l’uomo nella caccia, e a sviluppare con lui una relazione di mutua utilità per assicurarsi  la sopravvivenza. E’ da questo momento che nasce il concetto di addestramento: l’uomo dovette insegnare al cane, che possedeva un atavico istinto predatorio, a non divorare la selvaggina e a farsela consegnare, in cambio di cibo e di cure. Possiamo dire che il segugio fu il primo tipo di cane che venne allevato e addestrato dall’uomo.

Bassotto Tedesco Allevamento Wanhelsing

Per molti studiosi, l’antenato di tutti gli odierni tipi di Basset, del Beagle e del nostro Bassotto è verosimilmente il cane di Sant’Uberto, uno dei segugi più antichi che conosciamo, allevato dai monaci dell’omonimo monastero situato in Belgio, nella regione delle Ardenne. Cane dall’olfatto finissimo e dalle spiccate abilità venatorie, il cane di Sant’Uberto è descritto in numerosi libri già nella seconda metà del ‘500. L’uomo lo usava per la sua naturale predisposizione alla caccia e per tener lontani dalle proprie terre i predatori, quali i lupi, gli orsi, i cinghiali, le volpi. 

Gabriel Pascarella
Allevatore
All.to Wanhelsing www.allevamentobassottiwanhelsing.it

Bassotto Tedesco Allevamento Wanhelsing

Cerchi un cucciolo di Bassotto?

  • Trovalo fra i cuccioli di Bassotto pubblicati da allevamenti selezionati
  • Consulta l'elenco di allevamenti selezionati di Bassotto e prenota un cucciolo
  • Scopri tutte le caratteristiche del Bassotto

Commenta questo articolo: