Le razze di cani che tollerano le temperature fredde

Le razze con il pelo molto corto, con poco sottopelo o grasso corporeo, sono vulnerabili al freddo. I cani con una bassa resistenza al freddo hanno bisogno di vivere al chiuso e dovrebbero indossare un cappottino o un maglione per le passeggiate durante le fredde giornate invernali.

Cerchi l'opposto? Vai alle razze che le razze di cani che meno tollerano le temperature fredde

I cani che amano il freddo

Torna sopra
VALUTA!

Massima tolleranza alle temperature fredde

Una delle caratteristiche più interessanti dell’Akita Inu è quella di essere una razza dal fisico piuttosto imponente con un mantello resistente e piuttosto fornito. Il vantaggio è ovviamente concentrato in un’ottima resistenza a temperature fredde. Questo tipo di attitudine ha consentito di sviluppare il talento dell’Akita nello svolgere compiti piuttosto importanti in ambienti caratteristicamente proibitivi.

VALUTA!

Dotato naturalmente per questo tipo di climi

L’aspetto naturalmente “fornito” del suo mantello non tradisce la risposta positiva in presenza anche di freddo estremo. Le condizioni climatiche fredde sono l'ideale per l’Old English Sheepdog, che si adatta ad una vita in cortile, con seguente interazione, anche piuttosto energica, anche in climi invernali dove il sole riesce appena a fare capolino. È un animale che si adegua bene anche ad interagire su terreni innevati e ghiacciati, senza perdere mai la voglia di divertirsi e far divertire.

VALUTA!

Massima tolleranza alle temperature fredde

Un animale come il bovaro del bernese, cresciuto in alta quota e quindi abituato a resistere a temperature piuttosto fredde, non può che essere un ottimo cane da possedere se si vive a in zone piuttosto rigide. Il mantello del bovaro del bernese, piuttosto lungo e denso, consente a questo di rimanere protetto in questi ambienti e di conservare un’ottima reattività durante lo svolgimento dell’interazione quotidiana, senza mostrare particolari segni di cedimento o di mal sopportazione.

VALUTA!

Sopporta molto bene il freddo

Il bellissimo e abbondante pelo di questo cane lo protegge in modo efficacissimo nella stagione fredda. La sua criniera leonina e il suo mantello abbondante sono perfetti per le temperature basse. Anche la varietà a pelo corto sopporta bene il freddo. Tuttavia questo cane non deve essere lasciato a dormire all'aperto a meno che non lo si fornisca di un luogo asciutto e temperato.

VALUTA!

Molto tollerante a temperature fredde

La grande fisicità del dogo argentino compensa la relativa mancanza di un mantello piuttosto folto. Questo tipo di caratteristica garantisce una particolare resistenza dell’animale all’aperto, nelle giornate fredde. Una resistenza che incoraggia l’interazione e permette all’animale un tranquillo esercizio anche in giornate piuttosto rigide e caratterizzate da condizioni del meteo avverse. Ovviamente, il padrone attento avrà premura di non mettere alla prova questo animale durante periodi dell’anno troppo freddi anche per un cane della sua stazza.

VALUTA!

Cane che sopporta benissimo il freddo

Perfettamente adattato alla vita nella dura natura delle montagne appenniniche, il cane da pastore maremmano abruzzese è molto robusto e resistente alle basse temperature. Il suo pelo spesso e lungo lo protegge ottimamente nei periodi freddi e lo rende adatto a restare all'aperto anche durante l'inverno (purché possa disporre di un riparo). È tra i cani che amano il freddo.

VALUTA!

In entrambe le varietà, non teme il freddo

Il mantello del Pastore Svizzero bianco, in entrambe le varietà di pelo, è molto ricco di sottopelo, il che ne fa un cane che non teme particolarmente il freddo. Bisogna ovviamente avere l'avvertenza di non lasciarlo alle intemperie, ma fornirgli, se vive fuori, un buon riparo.

VALUTA!

Cane letteralmente perfetto per i climi freddi

Difficile trovare un cane che sopporti il freddo meglio di un Samoiedo. Del resto, con il suo lungo e folto pelo candido, questo cane è letteralmente fatto per vivere tra i ghiacci. Per secoli, questo cane ha trainato slitte alle latitudini più gelide della terra. Perfetto se abitate in montagna, assai meno se vivete in una zona calda, con lunghe estati torride.

VALUTA!

Sopporta benissimo il freddo, data la sua origine in alta montagna

I cani di San Bernardo sono letteralmente fatti per la neve: insieme ai montanari più arditi ed esperti, tracciavano piste nella neve fresca, individuavano i luoghi a rischio valanga e salvavano le persone disperse o travolte. Il san bernardo originale aveva un pelo corto e folto, caratteristica che lo rendeva particolarmente adatto alla neve, mentre quelli attuali, prevalentemente a pelo lungo, lo sono meno. Tuttavia questo cane rimane comunque molto tollerante al freddo.

VALUTA!

Perfettamente a suo agio nei climi relativamente freddi

Lo schnauzer medio è un animale perfetto per qualsiasi clima. Non è mai troppo sofferente alle temperature anche piuttosto rigide. Riesce a destreggiarsi in maniera egregia con questo tipo di clima e non richiede particolari attenzioni in questo senso. Questo tipo di particolarità richiede una premessa importante però: è sempre bene tenere gran cura del mantello dello schnauzer medio specialmente in periodi freddi, durante i quali il ricambio di pelo sembra farsi meno evidente. Un tipo di attenzione che permetterà all’animale di affrontare meglio inverni piuttosto rigidi.

VALUTA!

Massima tolleranza alle temperature fredde

Il nome chiarisce qualsiasi inclinazione. Questo cane è nato e cresciuto in luoghi caratterizzati da temperature piuttosto rigide, ed è abituato a convivere con queste condizioni durante tutto l’anno. Praticamente inattaccabile sotto questo punto di vista anche nei climi estremi e durante i periodi più freddi dell’anno. È tra i cani che amano il freddo. La sua tendenza, in questo tipo di ambienti, è proprio quella di assecondare queste condizioni come se fossero quelle ideali per sviluppare un’interazione propositiva e volta a portare a termine un compito. Al freddo ed al gelo si sente a casa. Tuttavia, non abusate di questa virtù.

VALUTA!

Grande resistenza al freddo e grande reattività nelle condizioni particolari.

Altamente efficace in ambienti non esageratamente miti nei periodi invernali. Sa adeguarsi benissimo alla vita all’aperto. È un po’ la sua natura a guidarlo in questo senso. E non mostra alcuna remora nell’attività all’aperto anche quando queste sono caratterizzate da temperature rigide o condizioni meteo eccezionali come neve o vento piuttosto forte. Il suo mantello, piuttosto resistente, gli consente di sfruttare appieno il suo talento per qualsiasi tipo di attività all’aperto. Attività durante le quali mostra reattività a dispetto delle condizioni ambientali. È tra i cani che amano il freddo.

VALUTA!

Massima tolleranza alle temperature fredde

Dalla sua comparsa sul nostro pianeta, migliaia di anni fa, lo spitz è stato in grado di sopportare benissimo climi estremamente freddi. Animali come il Malamut, il Groenlandese e l’Husky vivono tutt’oggi immersi in ambienti estremi e dimostrano ogni giorno di essere in grado di sviluppare attività di grande sforzo senza accusare particolari problemi relativamente alle temperature in picchiata. In questo senso ci troviamo di fronte ad un animale molto resistente. Sarà cura del padrone, tuttavia, evitare di metterlo a dura prova in occasioni poco utili.

VALUTA!

Mediamente tollerante alle temperature fredde

Il volpino italiano dotato di un fittissimo sottopelo fronteggia egregiamente qualsiasi condizione climatica, selezionato per la guardia e la vita all'aria aperta anche se ben si adatta alla vita in appartamento non tradisce le proprie origini. Assolutamente inutili cappottini ed impermeabili, il particolare pelo vitreo del volpino repelle l'acqua e mantiene il sottopelo asciutto garantendo la termoregolazione dell'animale anche nella pioggia o con temperature al di sotto dei zero gradi.

I cani che si adattano al freddo

Torna sopra
VALUTA!

Tolleranza alle temperature fredde molto elevata

Abituato da sempre alla vita all’aperto, l’Australian Shepherd è in grado di sopportare temperature basse. Si tratta di un animale che è cresciuto in un ambiente piuttosto estremo e che è stato in grado di fortificarsi a partire da questo, praticamente senza perdere nulla della sua capacità di interagire con il proprio padrone in questi contesti. L’abitudine a vivere all’aperto contribuisce a favorire l’interazione anche a temperature piuttosto basse, anche in ragione del fatto che la necessità di esercizio quotidiano per lui è fondamentale.

VALUTA!

Può vivere tranquillamente all'aperto anche d'inverno

Il beagle è un cane molto rustico, è definito un cane da "Pagliaio". Nel suo paese d'origine, l'Inghilterra, viene allevato in grandi mute tenute all'aperto, gli basta un riparo asciutto e protetto dai venti. Di conseguenza si può affermare che un beagle può stare comodamente fuori casa, gli basta una cuccia, magari coibentata, ed una buona alimentazione che in inverno è circa il doppio in quantità di quella estiva. Pur avendo un pelo corto, il beagle ha una pelle molto spessa con del grasso sottocutaneo, il suo stesso pelo è unto per resistere all'umidità. Se fa particolarmente freddo, quando escono può anche essere opportuno vestirli e se è umido è meglio asciugarli prima di farli rientrare in casa.

VALUTA!

Tollera bene le basse temperature

Questa splendida razza si è sviluppata nei climi freddi della Gran Bretagna e non ha grossi problemi con le basse temperature. Basta che possa ripararsi o stare in casa nelle giornate e nelle notti gelide, e il suo bel pelo farà il resto, proteggendolo a sufficienza.

VALUTA!

Atletico e resistente. Adatto anche a temperature poco miti.

Animale da esterno, nel vero senso della parola. Il bracco italiano fa dell’aria aperta il suo regno ideale per qualsiasi tipo di attività. Nonostante queste peculiarità da vero campione dell’outdoor, bisogna ricordare che non possiede un mantello molto spesso. La sua resistenza alle temperature in discesa è legata alla condizione di attività all’aperto. Non è molto adatto a lunghe camminate tranquille nelle fredde mattinate invernali. In questo caso, tuttavia, potrebbe essere sufficiente un indumento (un cappottino) in più per metterlo più a suo agio, ma conoscendo le sue attitudini è più facile che risolva da solo con una bella corsa di riscaldamento.

VALUTA!

Molto tollerante alle temperature fredde

Un atleta come il breton è abituato a sopportare differenti condizioni ambientali che contemplano la presenza anche di freddo eccessivo. Si tratta di un tipo di talento che ha sviluppato durante gli anni e che ha mantenuto grazie all’utilizzo che l’uomo continua a farne anche oggi. Ulteriore vantaggio relativamente a questo aspetto è il mantello piuttosto fornito di questo animale, che riesce efficacemente ad attutire anche i colpi di giornate particolarmente fredde.

VALUTA!

Non ha problemi con le temperature fredde

Grosso, muscoloso e con un pelo fitto e duro (anche se corto), questo cane non ha grandi problemi con il freddo. Si tratta di una razza selezionata in Inghilterra per la guardia e per la cattura dei bracconieri, ed è quindi resistente alle basse temperature. Adatto alla vita all'aperto, ha semplicemente bisogno di un riparo per proteggersi dall'umidità e dal freddo notturno e per cercare ricovero nelle giornate più rigide.

VALUTA!

Ottimamente tollerante a temperature fredde

La storia del pastore belga racconta di un animale che passa le proprie giornate nelle attività quotidiane all’aperto. Questo cane è un ottimo cane da pastore, ovviamente, e questo tipo di attività viene svolta egregiamente dal pastore belga in qualsiasi condizione climatica. Una sorta di addestramento che lo ha fatto crescere come un cane in grado di mostrare ottima resistenza anche a temperature piuttosto fredde, senza perdere la lucidità che lo contraddistingue nello svolgere il proprio lavoro e nell’interagire con il proprio padrone. Uno dei migliori animali per quanto riguarda la tolleranza a temperature piuttosto basse.

VALUTA!

Tollera piuttosto bene il freddo

Questo cane sopporta bene il freddo, purché possa stare al riparo nel periodo invernale. Preferisce decisamente stare al calduccio in casa piuttosto che stare all'aperto, e se volete tenerlo fuori dovrete fornirgli un riparo tiepido e asciutto in cui possa rifugiarsi. Non ha però bisogno di particolari accorgimenti quando lo portate fuori anche in pieno inverno.

VALUTA!

Ha un'ottima resistenza al feddo

Ha un'ottima tolleranza al freddo seppur bisogna avere l'accortezza di fargli avere un posto riparato dalle intemperie nel caso dovesse soggiornare all'esterno. Si diverte moltissimo anche a correre nella neve e a fare il bagno anche non solo in estate.

VALUTA!

Elevata tolleranza alle temperature fredde

Il Jack Russell si è sviluppato ed è cresciuto attraversando diversi stadi. In passato l’essere umano lo ha quasi sempre usato come animale da caccia essendo ottimamente addestrato nell’inseguire ma anche nel riportare oggetti ed altri animali. Oggi è più abile come animale da compagnia ma, nonostante il pelo piuttosto corto ed il corpo piuttosto minuto, è un cane che è in grado di sopportare benissimo le temperature piuttosto fredde. Ha un’elevata tolleranza in questo senso.

VALUTA!

Cane che sopporta piuttosto bene il freddo

Come dice il nome, i labrador sono cani che provengono dalle fredde terre del Canada, e sopportano piuttosto bene il freddo. Hanno un pelo particolarmente spesso e ruvido, che serviva a proteggerli quando lavoravano accanto ai pescatori per recuperare le reti a aiutare a tirare in secca le barche. Soprattutto per una ragione caratteriale, però, vivono meglio in casa con la loro famiglia piuttosto che all'aperto.

VALUTA!

Con la gestione delle tosature è molto tollerante a temperature fredde

Il Suo folto pelo riccio gli consente di proteggersi dal freddo senza alcuna difficoltà. Tutto sta nel gestire correttamente le tosature. La tosatura in genere avviene una volta l'anno per poi lasciar ricrescere il mantello per il periodo invernale. Il lagotto romagnolo è, quindi, un cane molto tollerante alle temperature fredde.

VALUTA!

Cane piuttosto resistente al freddo

Questo cane è stato selezionato come cane da guardia a partire dal pastore tedesco e dal lupo europeo, ed è quindi molto resistente al freddo. Non è però un cane troppo rustico e quando è molto freddo preferisce stare al calduccio, magari in casa. Se lo tenete all'aperto, dovete sempre fornirgli un riparo asciutto e tiepido in cui possa rifugiarsi nelle giornate più rigide, anche se è possibile considerarlo tra i cani che si adattano al freddo.

VALUTA!

Sopporta bene il freddo, ma deve avere un riparo

Abituato alle fredde brughiere delle Highlands, il cane da Pastore Scozzese o Collie non ha praticamente problemi con il freddo. Si tratta però di una razza che nel corso degli ultimi decenni di selezione - da quando cioè è diventata famosa grazie alla serie TV ed è diventata una razza di compagnia - ha perso un po' della sua rusticità. Se il vostro Collie vive all'aperto, è importante che abbia un riparo tiepido durante l'inverno.

VALUTA!

Elevata tolleranza alle temperature fredde

Le specifiche fisiche del pastore tedesco sono piuttosto indicative in questo senso. Questo animale è in grado di mostrare una resistenza alle temperature fredde piuttosto accentuata. Una caratteristica che può essere considerata tipica dei cani da lavoro, che devono trascorrere parecchie ore della giornata all’aperto, anche in situazioni climatiche piuttosto estreme. Un vantaggio per chi vive in luoghi relativamente freschi che possono arrivare a raggiungere, durante i periodi più freddi dell’anno, picchi piuttosto bassi al termometro.

VALUTA!

Tollera bene il freddo, anche perché vive in appartamento

Il pelo folto e lungo del pechinese lo protegge alla perfezione durante i periodi più freddi dell'anno. Inoltre questo cane, che ama la vita in appartamento e che va tenuto in casa, in genere non viene esposto molto al freddo, se non durante le passeggiate quotidiane, per cui il suo pelo è più che sufficiente a proteggerlo.

VALUTA!

Molto tollerante in diversi ambienti

Animale molto equilibrato, in questo senso, lo schnauzer gigante. Relativamente alle temperature fredde è in grado di ben sopportare anche cali termici piuttosto sensibili ma a determinate condizioni e nella limitatezza di quelli che sono momenti particolari della giornata. Quando lo portate fuori in inverno, con temperature piuttosto rigide, ad esempio, non chiedetegli di star buono mentre voi leggete il giornale all’aperto, cercate invece di permettergli di svolgere qualche attività funzionale alla sua naturale necessità di movimento ed alla necessità di effettuare un utile riscaldamento per i suoi muscoli. In ogni caso è tra i cani che si adattano al freddo.

VALUTA!

Molto tollerante, non agli estremi

Qualsiasi tipo di ambiente è adatto alle attività di uno schnauzer nano. Questo cane, infatti, adora l’attività all’aperto e non si lascia spaventare da qualche grado in meno nelle giornate invernali. Proprio la sua reattività e, in buona parte, la disponibilità di un mantello piuttosto denso, gli consentono di reggere bene la passeggiata quotidiana, anche a ritmi blandi, in giornate piuttosto fredde. Va comunque valutato un richiamo all’attenzione per i padroni che pretendono di farlo vivere fuori casa anche con temperature esageratamente fredde. Evitatelo per la vostra salute e per quella dello schnauzer nano.

VALUTA!

Elevata tolleranza alle temperature fredde

Con un mantello piuttosto lungo sulle spalle e l’abitudine ad affrontare giornate di lavoro in diversi tipi di situazioni climatiche, il Setter risulta essere un animale in grado di sopportare con grande efficienza condizioni climatiche con temperature piuttosto basse. Un tipo di condizione che non ne delimita la reattività e che può anche fungere da stimolo a sviluppare ulteriormente l’interazione come se vivesse in una sorta di ambiente ideale, in questo senso. Ovviamente il padrone responsabile non sottopone il proprio Setter a inutili tour de force in climi estremamente rigidi.

VALUTA!

Abituato anche a climi piuttosto rigidi

Abbastanza abituato a climi piuttosto rigidi. Il mantello dello Shiba Inu è piuttosto folto e la naturale tendenza ad assecondare attività all’aperto lo hanno fortificato nei decenni rendendolo più resistente e fornendogli una copertura di maggiore utilità, anche in zone insospettabili come gambe e pancia. I climi estremi, tuttavia, non sono adatti ad alcun tipo di cane, in realtà. È sempre meglio valutare le condizioni in caso di freddo eccessivo, perché il fatto che il cane sia fornito di un mantello efficace contro il freddo non sta a significare che questo sia praticamente impenetrabile a questo tipo di esperienza.

VALUTA!

Sopporta molto bene il freddo

Il Terranova, come dice il nome, è un cane originario dell’isola di Terranova, nel freddo Canada e il suo pelo spesso e folto è perfetto per sopportare le rigide temperature e l'acqua gelida. Non ha problemi con il freddo, così come molti altri cani da lavoro in acqua.

VALUTA!

Molto tollerante alle temperature fredde

In questo senso è un grande vantaggio per il Pomerania il mantello piuttosto fornito, soprattutto in zone che possono essere sensibili come il collo ed il torace. Questa caratteristica lo rende resistente in contesti anche piuttosto rigidi, ma non deve trarre in inganno il proprio padrone dato che il Pomerania rimane comunque un animale dalla struttura fisica relativamente povera e asciutta, sotto il punto di vista muscolare. Questa può rappresentare un problema quando ci si avventura in ambienti freddi. Non dimenticate mai che questo cane adora la vita in appartamento.

VALUTA!

si adegua alla vita fuori casa anche a temperature relativamente basse

Facendo riferimento al West Highland White Terrier si può tornare al discorso della grande facilità con la quale questo si adegua alla vita in appartamento. Questa particolare condizione lo lega quasi in maniera indissolubile a questo tipo di interazione. La peculiarità di questo animale è la tendenza ad interpretare l’interazione fuori casa, specialmente in case con giardini abbastanza spaziosi, in maniera piuttosto attiva, consentendo di sviluppare una resistenza adeguata anche a climi non così miti.

Sei un allevatore di una razza non presente nel nostro elenco? Aiutaci a inserire nuove schede delle razze. Inviaci le tue schede da qui e vedrai comparire il link al tuo allevamento sulla firma della tua scheda.