Le razze di gatti che sono più silenziose

Alcune razze miagolano più spesso di altre. Quando si sceglie una razza, pensa a come il gatto vocalizza e con quale frequenza. Vivi in un condominio con restrizioni di rumore? Hai dei vicini di casa permalosi? Un gatto miagola per protesta, perché vuole mangiare, per difendersi, perché è eccitato, oppure ha dei bisogni fisici o semplicemente per salutare.

Cerchi l'opposto? Vai alle razze che le razze di gatti che tendono ad miagolare

I gatti che miagolano raramente

Torna sopra

Non miagola spesso ma può imparare a farsi sentire

Il blu di Russia non ha la tendenza a miagolare, ma ci sono momenti chiave che possono portare l’animale a sviluppare miagolii per arrivare a richiamare l’attenzione del proprio padrone. Uno di questi è quello in cui l’animale si muove per ricordare al padrone di dargli da mangiare. È un aspetto fondamentale per la quotidianità del Blu di Russia e può portare a sviluppare il miagolio come risposta univoca per molte altre situazioni. È un'abitudine che il blu di Russia prende sin da cucciolo. È richiesta sempre molta precisione negli orari, in questo senso. È tra i gatti che miagolano raramente.

Tendenza a miagolare nella media

Il British è un animale che non ha una particolare tendenza ad abusare del vocalizzo sin da cucciolo. Solitamente lo utilizza come richiamo per il padrone, quando si tratta di dover mangiare, oppure in determinati momenti legati all’interazione con i componenti della famiglia. Generalmente è un gatto piuttosto taciturno che tende a limitare comportamenti contrari a questo tipo di inclinazione. Bisogna prestare attenzione al vocalizzo dell’animale, nei momenti importanti durante la giornata, anche in base a quelle che sono le sue richieste fisiologiche.

Tendenza a miagolare relativamente bassa

La tendenza a miagolare del Burmese europeo è da considerarsi sopra la media anche se questa è caratterizzata dalla tonalità piuttosto leggera del vocalizzo che non è mai fastidiosa. Viene spesso usata da questo animale in maniera intelligente solo quando questi ha determinati bisogni. A questo proposito è utile prestare attenzione in determinati momenti della giornata a richiami specifici quando si avvicina il momento dei pasti, per non obbligare l’animale e invocare oltremisura l’attenzione del padrone.

E' un gatto piuttosto silenzioso

Ci troviamo in un punto mediano, in questo senso. Non è un gatto che tende ad abusare di questo tipo di specifica, ma si limita a utilizzarla solo in momenti particolari e per poter richiamare l’attenzione del proprio padrone. I momenti specifici sono quelli in cui richiede le dovute attenzioni per i pasti quotidiani, oppure quando cerca l’attenzione del proprio padrone o dei membri della famiglia. In generale, un vantaggio del carattere del Devon Rex, è che questo è un animale piuttosto silenzioso.

Miagola poco

Il kurilian è un gatto discreto, che miagola poco e piano e quando lo fa desidera generalmente richiamare attenzioni e coccole.

Elevata propensione a miagolare

È un gatto decisamente comunicativo, ma che si adegua al modo che ha la sua famiglia di rapportarsi con lui. In altre parole, nonostante il miagolio nel gatto non sia quasi mai veicolo preferenziale di comunicazione, più gli umani gli parlano più il Maine coon risponderà. Peraltro con una vasta gamma di vocalizzi ad espressione di bisogni differenti. Peculiare è il trillo affettuoso che riserva ai membri più stretti della sua cerchia relazionale. Essendo un gatto che, se incoraggiato miagola spesso, non necessariamente il tutto si risolve nella richiesta di cibo.

Miagola molto per comunicare

Piuttosto efficace nel Norvegese delle Foreste è la sua inclinazione a essere preciso e mai fuori luogo nel vocalizzo. La sua è una voce lineare e non troppo squillante. Essendo un animale molto "comunicativo" può capitare che si rivolga agli umani che condividono i suoi spazi con vari miagolii a seconda di ciò che vuole esprimere: fastidio, invito al gioco, richiesta di coccole o cibo.

Tendenza a miagolare poco sotto la media

Un gatto che miagola, per sviluppare un dialogo con il proprio padrone, ha fondamentalmente un unico obiettivo. Bisogna chiarire che questo aspetto non corrisponde a una peculiarità di tutti i gatti, ma in molti può essere rintracciato in maniera specifica. Quando si avvicina l’ora dei pasti, infatti, il richiamo a questi sarà inevitabile ed è anche utile poter contare su una sorta di “sveglia” nei momenti importanti della giornata. Da scongiurare, sempre a questo riguardo, la tendenza a esasperare questo tipo di comportamento, tanto da farlo diventare un’abitudine poco sopportabile.

Tendenza a miagolare piuttosto bassa

In generale ci troviamo di fronte a un gatto che tende a spendere il vocalizzo per momenti specifici senza andare incontro a situazioni caratterizzate da abuso, in questo senso. Un gatto tende a utilizzare questo specifico richiamo in momenti utili durante la giornata, che sono quelli dei pasti, quando il padrone è in ritardo nel darglielo, o quando questi rientra in casa dopo una giornata fuori. È anche un tipo di richiamo piacevole che non risulta mai invasivo o troppo alto nei toni.

Tendenza a miagolare molto bassa

Si limita a vocalizzare per comunicare in situazioni specifiche, per dare il benvenuto al suo padroncino al rientro a casa o per attirare l'attenzione dei membri della famiglia.

Sei un allevatore di una razza non presente nel nostro elenco? Aiutaci a inserire nuove schede delle razze. Inviaci le tue schede da qui e vedrai comparire il link al tuo allevamento sulla firma della tua scheda.