La razza Carlino

Detto anche: Chinese pug, Dutch bulldog, Dutch mastiff, Mini mastiff, Mops

Descrizione generale

Il carlino è un cane particolare che adora stare in casa e che non ama essere lasciato in solitudine. La condivisione di momenti felici con il proprio padrone è tutto per lui, a condizione che questi si svolgano lontano da ambienti troppo freddi o troppo caldi. È un animale di grande compagnia che si adatta facilmente alla vita con altri cani e instaura un rapporto amichevole anche con gli sconosciuti. Adora giocare e dispone di un discreto livello di energia e vigorosità. Può sviluppare la tendenza a ingrassare, bisogna, quindi, garantirgli una discreta quantità di esercizi quotidiani. I costi per il mantenimento rientrano nella media.

Carlino in sintesi

Aspetto e attributi

Caratteristiche fisiche ammesse dallo standard:

  • colori: fulvo, nero, albicocca, argento
  • peli: liscio, corto
  • mantelli: bicolore, mantello doppio

La costituzione del carlino, seguendo gli standard di razza Enci, è quella di un animale dalle dimensioni piuttosto ridotte e ben proporzionate in tutto il corpo. A caratterizzare l’aspetto del carlino è la particolare conformazione del cranio e del muso. Il primo piuttosto arrotondate ed il secondo molto schiacciato a dare all’animale quella particolare espressione che è ritenuta molto simpatica. La struttura delle zampe è molto limitata, tuttavia, caratterizzata dalla presenza di una discreta muscolatura. Particolarmente sviluppato anche il torso, che tende ad essere piuttosto uniforme, dal busto fino alla coda. I colori sono nettamente definiti. Sono ammessi l'argento, l'albicocca, il fulvo e il nero.

Cerchi un Carlino?

PREZZI E MANTENIMENTO

Con il carlino bisogna avere un occhio di riguardo. È un animale che non presenta particolari spese oltre la media rispetto ad altri cani, ma deve essere controllato periodicamente, forse qualcosa in più, per quel che riguarda la salute. Il carlino è un animale che può sviluppare più di qualche problema di salute e va sempre controllato con precisione. Per il resto è tra i cani che costano nella media, sia per quanto riguarda la cura del mantello, con precisione periodica, sia per quanto riguarda l’alimentazione. Giudizio: Costi e mantenimento nella media

Il prezzo medio di un Carlino offerto in vendita da Dicembre 2016 ad oggi su AnnunciAnimali.it è di:

  • Euro 736,36 riferito a 11 allevatori
  • Euro 634,76 riferito a 21 negozi
  • Euro 632,25 riferito a 71 privati

Sommario caratteristiche:

Vai alle sezioni:

Adattabilità

Torna all'indice
2.8

Adattabilità alla vita in appartamento

«Molto adatto alla vita in appartamento»

La misura perfetta per la quotidianità del carlino è proprio l’appartamento. Di qualsiasi dimensione questo sia, il carlino riesce a mostrare capacità di convivenza all’interno della casa come se ne fosse il padrone. Riesce a muoversi con grande agilità e a condividere gli spazi con tutte le persone che lo abitano. La sua grande agilità fa sì che difficilmente rompa oggetti o faccia danni. Bisogna, in ogni caso, valutare bene la presenza di un carlino in condominio, in quanto questo animale ha la tendenza ad abbaiare molto.

VALUTA ANCHE TU!

Tolleranza a stare da solo

«Impossibile da lasciare solo»

Non è assolutamente possibile lasciare un carlino da solo. Questo animale è in grado di seguire il proprio padrone nei luoghi più impensabili e condividere con questo la sua quotidianità. Chi sceglie questo animale come cane da compagnia, deve essere innanzitutto consapevole di questo aspetto relativo al carattere del carlino, tenendo presente anche quelle che sono le necessità del cane. Lasciare un carlino per troppo tempo da solo potrebbe agevolare lo sviluppo di patologie di natura psicologica piuttosto serie.

VALUTA ANCHE TU!

Adatto come primo cane

«Abbastanza adeguato per padroni inesperti»

Sono molti gli elementi che possono essere decisivi nella scelta di un cane da compagnia. Uno di questi potrebbe essere la necessità di sviluppare un rapporto quotidiano con un animale con il quale sia piacevole intrattenersi. Il carlino è un animale adorabile in questo senso. Non è caratterizzato da difficoltà particolari relativamente all’addestramento ed è piuttosto adeguato per un padrone inesperto. Bisogna, tuttavia, considerare le necessità quotidiane dell’animale e la sua proverbiale incapacità di restare da solo, per il resto il cucciolo di carlino è il regalo ideale per chiunque.

VALUTA ANCHE TU!

Tolleranza alle temperature fredde

«Cane poco tollerante alle temperature fredde»

La struttura fisica del carlino ne denuncia la sua tendenza piuttosto debole nel resistere a condizioni climatiche ritenute estreme. Le temperature fredde non sono ideali per un cane di questo tipo, e questa problematica deve essere sempre tenuta in conto da un padrone che si prepara a portare fuori il proprio carlino per una passeggiata o per gli esercizi quotidiani durante una giornata fredda. È indispensabile che questo animale disponga di una copertura ideale prima di affrontare l’aria delle rigide giornate invernali.

VALUTA ANCHE TU!

Tolleranza alle temperature calde

«Può diventare piuttosto insofferente alle temperature calde»

Così come per le temperature fredde anche con le temperature calde il carlino diventa piuttosto insofferente. Questo animale soffre particolarmente questa condizione ambientale, soprattutto per via della particolare conformazione del volto, che ne caratterizza il funzionamento delle vie respiratorie. Caldo ed umidità per il carlino possono rappresentare un problema difficile da affrontare. È indispensabile che il padrone presti attenzione a questo tipo di condizione e favorisca le uscite quotidiane in momenti non troppo caldi o afosi. È utile, inoltre agevolare la disponibilità di acqua e cibo quando necessario.

VALUTA ANCHE TU!

Razze simili per adattabilità

Di seguito le razze che hanno ottenuto un simile punteggio per le caratteristiche di questa sezione:

Labrador, Pastore tedesco, Akita Inu, Bull terrier, Weimaraner

Carattere e socialità

Torna all'indice
4.6

Carattere e temperamento

«Mediamente tollerante sotto l'aspetto emotivo»

Il carlino può sviluppare, se addestrato in maniera troppo “forzata”, atteggiamenti indesiderabili come paura o timidezza. Due caratteristiche per le quali è sempre consigliabile attenzione in sede di addestramento. Tirare su un cane dal carattere timido o spaventato nell’interazione con le altre persone o con il padrone stesso potrebbe rappresentare un problema, soprattutto per un cane come il carlino, che vive nella necessità di coltivare quest’interazione quotidiana con il proprio padrone o con i membri della sua famiglia.

VALUTA ANCHE TU!

Affettuosità verso la famiglia

«Massima affettuosità verso la famiglia»

L’affettuosità verso la famiglia è una delle caratteristiche più piacevoli nel carlino. La tendenza che possiede questo animale nel condividere la quotidianità con i membri della propria famiglia non ha eguali e consente di apprezzarne appieno la simpatia e la docilità dell’animale. Questa caratteristica è particolare negli animali di piccola taglia che sono in grado di richiamare questo tipo di affetto e stimolarlo durante la giornata. Un tipo di caratteristica che rende questo animale particolarmente indicato per persone anziane che possono trovare vantaggio terapeutico nella sua compagnia.

VALUTA ANCHE TU!

Amichevole con i bambini

«Molto amichevole con i bambini»

Poter condividere momenti di interazione quotidiana con i più piccoli è uno degli stimoli maggiori alla socialità relativamente al carlino. L’animale è piuttosto generoso in questo senso, ed adora passare la propria giornata insieme ai più piccoli, che mostrano un ascendente particolare nell’intrattenersi con lui soprattutto per la grande simpatia che questa razza di cane ispira nelle persone. È una caratteristica fondamentale che ne promuove gli aspetti piacevoli e che rappresenta una sicurezza quando si vuole dare in regalo cuccioli di carlino ai bambini.

VALUTA ANCHE TU!

Rapporto con gli sconosciuti

«Massima tolleranza verso gli sconosciuti»

Il carlino è generalmente tranquillo quando si trova a doversi confrontare con persone che non conosce. La sua inclinazione a mantenere un atteggiamento incuriosito, ma mai realmente caratterizzato da un approccio guardingo, lo rende perfetto anche per vari contesti pubblici in luoghi frequentati da molte persone e da altri animali. In questo tipo di interazione, tuttavia, è sempre utile ricordare che la formazione, l’addestramento, sono elementi indiscutibilmente necessari per un’efficace socializzazione, già a partire dai primi mesi di vita.

VALUTA ANCHE TU!

Socialità con altri cani

«Massima socialità con altri cani»

La capacità di molti cani nell’intrattenersi con altri cani, anche di specie diverse tra loro, è un talento che tende a svilupparsi con un adeguato sistema di addestramento. Cani addestrati sono in grado di riconoscere i momenti fondamentali durante i quali bisogna mantenere un certo self-control, come nelle occasioni pubbliche. Questo tipo di capacità nel socializzare con altri cani deve essere un punto fermo dei primi mesi di vita del carlino, che deve imparare a convivere anche con cani di taglia più grossa, per non andare a cacciarsi in qualche guaio particolare. Un carlino perfettamente addestrato è un cane dalla grande capacità di socializzazione con altri cani.

VALUTA ANCHE TU!

Razze simili per carattere e socialità

Di seguito le razze che hanno ottenuto un simile punteggio per le caratteristiche di questa sezione:

Setter, Dalmata, Shih Tzu, West Highland White Terrier, Australian Shepherd

Cure e salute

Torna all'indice
2.8

Cura e perdita del pelo

«Ha una perdita di pelo piuttosto copiosa»

Nonostante la condivisione di un mantello poco fornito sotto l’aspetto della lunghezza del pelo, il carlino è un cane che produce una perdita piuttosto copiosa in questo senso. Sia per la colorazione del pelo che per la sua tendenza a preferire gli ambienti casalinghi a quelli esterni, questo potrebbe rappresentare un discreto problema per zone sensibili della casa nelle quali il cane adora interagire. Ecco, quindi, che mobili come il divano e la zona letto potrebbero essere caratterizzate dalla presenza di sporco in eccesso dovuto al pelo. Il carlino ha peso relativo, che non incide sul prezzo della toelettatura per questa razza.

VALUTA ANCHE TU!

Salivazione e contenimento della bava

«Contenimento della bava nella media»

Questo parametro nel carlino deve essere valutato in base anche a quelle che sono le condizioni ambientali. Il carlino è un animale che può arrivare a sviluppare particolare insofferenza nei confronti di condizioni climatiche estreme caratterizzate da caldo eccessivo. Questo tipo di problematica può portare a sviluppare condizioni piuttosto difficoltose di contenimento della bava. È un problema che, nel carlino, può arrivare a presentarsi anche nei momenti più classici relativi a questa caratteristica, soprattutto quando si avvicina l’ora del pasto.

VALUTA ANCHE TU!

Facilità di pulizia

«Poca necessità di pulizia»

La pulizia di un carlino è spesso agevolata dalla grande “educazione” di questo particolare animale. Il carlino, infatti, non ama sporcarsi e adora la vita semplice degli ambienti più comodi della casa. Un vantaggio discreto per il padrone di un cane così; vantaggio che non deve trasformarsi, tuttavia, in una scusa per trascurare troppo la cura del suo mantello e delle zone sensibili del suo corpo. Il padrone di un carlino dovrà garantire all’animale i controlli periodici al mantello e quelli quotidiani in zone come il viso e la coda.

VALUTA ANCHE TU!

Salute e malattie

«Salute e malattie nella media»

Il carlino è un animale che gode di un'ottima salute dal punto di vista fisico per tutta la durata dell’arco vitale. Condizioni particolari di malattia, tuttavia, devono essere prese in considerazione. Alcuni problemi, in questo senso, potrebbero arrivare da fattori di tipo traumatico che potrebbero interessare gli occhi, per la loro particolare natura, che li vede piuttosto esposti rispetto alle arcate orbitali. Altre problematiche potrebbero riguardare neuropatologie e disfunzioni a livello muscolo-scheletrico.

VALUTA ANCHE TU!

Tendenza ad ingrassare

«Elevata tendenza a guadagnare peso»

Ulteriore punto debole del carlino è la sua tendenza a guadagnare peso. Questo animale è ingiustamente considerato un pigrone, ma la sua inattività è solo fittizia, in quanto tende a concentrarla in pochi essenziali momenti che il fisico piuttosto mingherlino non gli consente di protrarre nel tempo. A dover intervenire, in questo senso, è il padrone, che deve essere in grado di limitare la tendenza a mangiare ogni volta che l’animale lo desideri e a non voler assecondare molta attività all’aperto. Un carlino che non si muove e che mangia con regolarità tende a guadagnare peso facilmente.

VALUTA ANCHE TU!

Razze simili per cure e salute

Di seguito le razze che hanno ottenuto un simile punteggio per le caratteristiche di questa sezione:

Chihuahua, Schnauzer medio, Bovaro del bernese, Bolognese, Bullmastiff

Capacità di apprendimento

Torna all'indice
3.4

Vuoi addestrare il tuo cane? trova un buon addestratore di cani nella tua zona!

Intelligenza e addestramento

«Reagisce molto bene alle indicazioni del proprio padrone»

È il caso di sviluppare un addestramento attento con il carlino. Questa razza è relativamente tollerante sotto l’aspetto del temperamento emotivo ma è indispensabile non sviluppare un addestramento forzato su alcuni punti. L’animale reagisce molto bene alle indicazioni del proprio padrone anche se, a volte, ha la tendenza a disinteressarsi rispetto all’interazione che si ha intenzione di sviluppare. In questo senso il carlino mostra alcuni punti deboli che devono essere valutati preventivamente.

VALUTA ANCHE TU!

Fedeltà e fughe

«Molto fedele con poche tendenze alla fuga»

Ogni animale, specialmente i cani, tende a mostrare un discreto interesse verso situazioni che possono arrivare ad incuriosirlo. Non sono, tuttavia, animali particolarmente inclini a grandi fughe, in quanto questa è più una prerogativa che può essere condizionata dalle sensazioni “del momento” che l’animale tende a sviluppare. Il carlino, agevolato dal fatto di non essere propriamente un atleta, ha una tendenza alle fughe piuttosto moderata e la sua condizione di cane legato alla famiglia lo rendono estremamente fedele in questo senso.

VALUTA ANCHE TU!

Tendenza a mordere

«Molto tranquillo per autocontrollo e morso»

Il carlino non è un animale che tende a sviluppare particolari atteggiamenti di natura pericolosa che possono portare a morsi. Le caratteristiche corrispondono a quelle di un cane piuttosto tranquillo, che non è incline ad atteggiamenti particolarmente vigorosi in questo senso e tende, quindi, a mantenere una mitezza piuttosto accentuata. È ovvio che tali comportamenti devono essere, in ogni caso, limitati dal padrone in sede di addestramento per non andare incontro a problemi di sorta in presenza di altre persone o altri cani.

VALUTA ANCHE TU!

Tendenza a cacciare una preda

«Bassa tendenza a cacciare una preda»

In riferimento ad un animale come il carlino è il caso di evidenziare come questo sia, idealmente, un animale a cui piace condividere gli ambienti casalinghi. Non sviluppa particolare attenzione verso situazioni movimentate e senza assecondare troppo a lungo la potenziale curiosità che può avere verso un altro animale, magari più piccolo di lui che si sta aggirando nel suo territorio. Si tratta di un discreto vantaggio, soprattutto per tutti quei padroni che sono alla ricerca di un animale “pacifico”, con cui condividere momenti rilassanti.

VALUTA ANCHE TU!

Tendenza ad abbaiare o ad ululare

«Elevata tendenza ad abbaiare o ad ululare»

Sembra quasi una costante. Cani di piccole dimensioni possono essere degli ottimi “interpreti” per quel che riguarda il suono della propria voce. In questo senso il carlino non fa eccezione e si dimostra abbastanza “rumoroso” quando si tratta di dover richiamare l’attenzione del proprio padrone. Un particolare non da poco, specialmente se ci si trova a vivere all’interno di un condominio. Questo particolare atteggiamento, tuttavia, può essere piuttosto facilmente valutato e moderato durante l’addestramento.

VALUTA ANCHE TU!

Razze simili per capacità di apprendimento

Di seguito le razze che hanno ottenuto un simile punteggio per le caratteristiche di questa sezione:

Bulldog Inglese, Dobermann, Jack Russell Terrier, Levriero, Rottweiler

Bisogno di esercizio

Torna all'indice
3.5

Livello di energia

«Livello di energia nella media»

Il livello di energia del carlino è relativamente nella media. Dopotutto, non ci si può aspettare molto da un cane con le dimensioni e la struttura muscolare del carlino. Nonostante questo è possibile condividere con lui una piacevole interazione nei momenti di maggiore “reattività” della giornata. È un particolare importante, in quanto è indispensabile che il carlino condivida un’adeguata attività quotidiana con il proprio padrone, soprattutto per la sua linea e la sua salute fisica e psicologica.

VALUTA ANCHE TU!

Vigorosità

«Mitezza e vigorosità nella media»

Il fattore sorprendente nel carlino è quello relativo ad una sorta di innata vigorosità che, appunto, è caratterizzata dal fattore “sorpresa”. Siamo all’interno di atteggiamenti “limite” che, in generale, sono poca cosa rispetto ad altri animali di ben altre dimensioni, ma è comunque un fattore che sorprende e che necessità di un discreto tipo di controllo durante determinati tipi di interazione. Un carlino che si intrattiene con un bambino non è mai pericoloso, ma la presenza di un adulto in questi momenti resta comunque indispensabile.

VALUTA ANCHE TU!

Bisogno di esercizio

«Ha bisogno di una discreta quantità di esercizi al giorno»

Nonostante una generale condizione di ottima linea, relativamente al carlino, è indispensabile che questo animale sia concentrato nello sviluppare una discreta quantità di esercizi quotidiani. Questi devono tornare utili, innanzitutto, per garantire un’efficace via di sfogo per lo stress che può andare ad accumularsi nelle troppe ore passate in casa senza sviluppare un’interazione impegnativa. Tuttavia, devono essere utili per non assecondare uno status di animale sedentario che questo tipo di cane potrebbe trovare particolarmente piacevole.

VALUTA ANCHE TU!

Tendenza al gioco

«Massima tendenza al gioco»

Stimolo ulteriore all’interazione vera e propria con il carlino è la sua capacità di risultare incredibilmente simpatico. Il viso di questo animale è un invito al gioco per poterne notare le reazioni e l’avvincente capacità del carlino stesso di essere interessante. Questo particolare spinge le persone ad avere un’inclinazione particolare verso il gioco, così da trasformarsi da elementi coinvolgenti ad elementi coinvolti, totalmente, dalla grande simpatia delle situazioni che possono nascere da questo tipo di attività. Ovviamente, non è il caso di forzare se l’animale risulta annoiato o stanco.

VALUTA ANCHE TU!

Razze simili per bisogno di esercizio

Di seguito le razze che hanno ottenuto un simile punteggio per le caratteristiche di questa sezione:

Alano, Dalmata, Collie, Dobermann, Siberian Husky

Club Carlino e altri links alle fonti


Sei un allevatore di Carlino? Aiutaci a migliorare le schede delle razze. Inviaci le tue segnalazioni da qui e vedrai comparire il link al tuo allevamento sulla firma del tuo intervento.

Potrebbero interessarti anche:

Dì la tua sulla razza Carlino: