La razza Chin Giapponese

A cura di Milena Paolini Allevamento Royal J Kennel - Japanese Chin

Descrizione generale

Chin Giapponese detto anche: Japanese Chin, Japan Chin, Chin, Epagneul Giapponesi e pechinesi, Toy epagneul, Spaniel giapponesi, Epagneul japonais, spaniel japones

I progenitori del Chin furono donati nel 732 dai sovrani coreani alla Corte del Giappone e un gran numero di Chin furono importati in questo paese. Qui intorno all'800 fu definita la razza Chin e in seguito furono poi reintrodotti in Cina e nella Corea del Nord da alcuni diplomatici. La razza fu allevata utilizzandola come piccolo cane da salotto dell'aristocrazia giapponese. Nel 1613, un britannico, il capitano Searles, introdusse un Chin in Inghilterra; due di questi soggetti vennero donati alla Regina Vittoria. Dal il 1868 il Chin è diventato il cane da salotto preferito dalle dame dell’alta società anche nell'occidente. Fu proprio nel Regno Unito che il Chin confermò il suo “status” di cane preferito dalla nobiltà, e forse l’esemplare più famoso è quello immortalato su tela insieme alla regina Alessandra e alla figlia Vittoria. Proprio a causa di una tale diversificazione, il Chin oggi è presente in tante varietà, che si distinguono sopratutto per le dimensioni, il mantello ed il mento. I colori tipici sono il bianco-nero oppure il bianco-arancio (ammessi sabbia e lemon) ma mai tricolore. Il Japanese Chin può essere considerato un ottimo cane da appartamento sia per il suo carattere dolce, affidabile e affettuoso con i proprietari, sia ancora per il suo mantello non eccessivamente lungo come in altre razze di origine orientale. Il suo temperamento è dolce con il padrone e abbastanza diffidente con gli estranei, ma mai aggressivo ; per questo è un ottimo compagno di vita per gli adulti ed uno splendido compagno di giochi per i bambini.

Chin in sintesi

Aspetto e attributi

Ha un muso corto, con le labbra che sembrano quasi arrotondarsi ai lati delle narici, e ha occhi grandissimi, molto espressivi, caratteristici della razza. Di norma è lungo circa 25 cm di lunghezza al massimo e pesa sui 3 chili, un po’ meno per le femmine che pero' generalmente possono essere leggermente più lunghe. Il Chin è un esemplare di piccola taglia con abbondante pelliccia. La testa è relativamente grande, il cranio largo e rotondo, lo stop marcato. Il tartufo è largo, le orecchie piccole e pelose. Il petto è largo e profondo, il dorso corto e dritto, le zampe fini e la coda cade sul dorso. Gli occhi del Chin sono nero brillante. Il pelo è lungo, setoso, dritto e abbondante con frange su orecchie, collo, cosce e coda. Il pelo ammesso nei Chin è bicolore: bianco-nero o bianco-arancio (concesso anche il lemon ed il sabbia)

Caratteristiche fisiche ammesse dallo standard:

  • Colori: rosso, bianco, nero, limone, sabbia
  • Pelo: denso, dritto, liscio, serico, lungo
  • Mantello: bicolore

Razze simili

Bichon a poil Frise, Barboncino Toy, Boston Terrier, Shih Tzu, Bolognese

PREZZI E MANTENIMENTO

Il prezzo di un cucciolo di razza Chin Giapponese, testato e dotato di pedigree si attesta tra i 1.500 e 2.000 euro. La razza non è molto diffusa e spesso sono spacciati per Chin cani che in realtà non lo sono. E' importante scegliere un cucciolo da allevatori seri e qualificati, che ne portano avanti la selezione curando nei minimi dettagli aspetti quali la tipicità, il carattere e la salute.

Il Pedigree non è solo un pezzo di carta per chi vuole fare le Expo, è una tracciabilità dell'albero genealogico di quel cane, solo con il pedigree hai la possibilità di sapere da chi realmente discende il tuo cane.

Al costo dell'acquisto, vanno aggiunte le sedute di toelettatura, spese veterinarie e di una ottima ed equilibrata alimentazione. La spesa per del cibo di qualità per un Chin adulto è di circa 30 euro al mese.

Cerchi un Chin?

Trovalo fra i nostri allevatori selezionati:

o fra gli annunci di AnnunciAnimali.it:

Carattere e socialità

Torna all'indice
4.6

Carattere e temperamento

«Un simpatico cane Zen, un mix unico!»

Il Japanese Chin, in quanto a temperamento, ha caratteristiche che lo rendono davvero più simile ad un gattone che ad un cane. Come i gatti, è un cane molto attento, intelligente ed indipendente, è solito usare le zampe per pulirsi il muso, ama riposare su superfici elevate perchè ha un ottimo senso dell’equilibrio. In più, proprio come i mici, adorano nascondersi un po’ dappertutto alla ricerca dei suoi momenti di relax. Sono cani coccoloni, che si legano molto al padrone ma senza sentirsi mai subordinato.

E’ una razza vivace, anche se di solito non abbaia molto; si limita a farlo per avvertire il padrone dell’arrivo di un visitatore o per attirare l’attenzione su qualcosa al di fuori dell’ordinario. E' inoltre molto simpatico, non è raro vederlo girare su sé stesso in giri velocissimi, danzare sulle zampe posteriori con quelle anteriori giunta in aria, e addirittura “cantare” nei momenti di euforia. In altri momenti, è un cane addirittura “zen” aggettivo che deriva dalla sua provenienza orientale, civiltà nota per l'attenzione allo spirito ed alla meditazione.

Affettuosità verso la famiglia

«La sua famiglia è intoccabile.»

Il Japanse Chin è un vero esempio di cane da compagnia, “compito” che svolge egregiamente. È un cane che va d’accordo con tutti, sia con altri animali che con bambini e persone anziane, visto che la sua allegria e il suo calore sono contagiosi. Ama i bambini e ci gioca volentieri, purché non siano troppo bruschi con lui.Apprezza il fatto di trascorrere molto tempo con i padroni, il che lo rende particolarmente compatibile con persone in pensione.Il Japanese Chin può essere diffidente con gli estranei, ma mai aggressivo. Sa essere discreto e dolce tanto che la sua intelligenza gli fa assumere atteggiamenti più umani che canini.

Amichevole con i bambini

«Un vero fratellino per crescere insieme»

I Japanese Chin sono cani che vanno estremamente d’accordo con i bambini, anche grazie alle sue dimensioni ridotte ed al loro carattere “felino” che però non arriva mai a essere pericoloso per i più piccoli. È un compagno ideale di giochi ; ama nascondersi e farsi rincorrere . Non mancano gli" spettacoli " con i Chin , spesso allietano i bambini con il loro caratteristico soffio con il naso ,la tipica espressione che tutti i Chin fanno quando sono davvero felici, così come imperdibile è la "danza delle maree" caratteristica della razza, che consiste in una serie di rotazioni del cane su se stesso. Si tratta di una danza eseguita quando è contento o quando gioca. La sua grande vitalità è apprezzata dai bimbi, che considera suoi pari, altri fratellini della stessa cucciolata. Si trovano a loro agio in ambito familiare, e per questo sono anche terapeutici basta non essere troppo bruschi e non trattarli come un giocattolo.

Rapporto con gli sconosciuti

«Vigile tollerenza nei confronti degli sconosciuti.»

Il Japanese Chin può essere diffidente con gli estranei, ma mai aggressivo.In caso di presenza di estranei si limiterà ad affiancare il suo padrone, una volta assodato che è tutto apposto si defilerà cercando la sua poltrona per un piccolo riposino.

Socialità con altri cani

«L'amico di tutti»

ll Japanese Chin tollera bene gli altri amici a quattro zampe: è tra i pochi cani che accettano di buon grado che ci siano altri animali (cani ,gatti ed anche coniglietti ) sul suo stesso territorio. È importante aiutarlo a socializzare fin quando è ancora un cucciolo, per evitare che si comporti in modo diffidente.Una socializzazione precoce è indispensabile per il rinforzo dei codici canini.

Adattabilità

Torna all'indice
3.8

Adattabilità alla vita in appartamento

«Vivamente consigliato per vita in appartamento»

Il Japanese Chin è noto per essere uno splendido cane da compagnia ,altamente fedele al suo padrone. Considerando le dimensioni ridotte e le sue caratteristiche (abbaia molto raramente) è assolutamente adatto alla vita in appartamento .Gli piace stare sul divano ed è un fan dei riposini in luoghi alti, visto il suo grande equilibrio e la sua tendenza felina(spesso viene scambiato per un gattone !) ; avrà comunque necessità di muoversi, correre e divertirsi in passeggiate perchè ama molto intrattenersi con tutta la famiglia e anche con i più piccoli. In genere tranquillo, questo piccolo cagnolino può diventare rumoroso se si sente minacciato o se percepisce rumori estranei alla consuetudine.

Tolleranza a stare da solo

«Si adatta anche a stare da solo !»

Il Japanese Chin è un cane da compagnia nel vero senso della parola! Ama giocare ed ama la compagnia ma allo stesso tempo può essere lasciato da solo senza problemi a patto che al rientro da lavoro o da scuola non gli facciate mancare attenzioni !

Adatto come primo cane

«Non ne potrete più fare a meno!»

Sarà amore a prima vista ! Garantito! È un cane che va d’accordo con tutti, con gli altri animali , con i bambini e le persone anziane. La sua allegria ed il suo calore sono contagiosi. E' piuttosto silenzioso (abbaia molto raramente) e dopo aver imparato da cucciolo le buone maniere si comporterà in modo molto corretto in casa.

Tolleranza alle temperature fredde

«Un perfetto sciatore»

È molto resistente al freddo ,ama giocare con la neve e vi stupirà di quanto riesca a restare fuori in giardino o al parco anche nelle giornate piu' rigide, l'importante è evitare temperature troppe estreme e gli eccessi sbalzi.

Tolleranza alle temperature calde

«E'' piu' un tipo da montagna che da spiaggia»

Il cranio brachicefalo può portare a difficoltà di respirazione e problemi agli occhi, e per questo è sempre meglio evitare temperature troppo estreme, soprattutto per quanto riguarda il caldo che tollera veramente poco.

Cure e salute

Torna all'indice
4

Cura e perdita del pelo

«Perdita di pelo moderata»

La perdita di pelo nel Japanese Chin è moderata, salvo nei periodi di muta stagionale. ll folto manto richiede spazzola e pettine circa una volta alla settimana, con particolare attenzione all’area sotto le orecchie e le gambe. Non hanno bisogno di bagni frequenti ma per mantenere un pelo setoso e lucido e per farlo crescere occorre prestare le dovute attenzioni specialmente per coloro che vogliono partecipare alle Expo.

Salivazione e contenimento della bava

«Ottima salivazione»

Il japanese Chin ha un contenimento ottimo della bava, la sua conformazione non permette alla salivazione di sbordare dalle labbra.

Facilità di pulizia

«Faciltà di pulizia nello standard»

Il pelo va curato regolarmente, come gli occhi e le orecchie così come una breve ispezione della bocca con l'eventuale utilizzo di uno spray naturale per l'alito. Per quanto riguarda la toelettatura avendo il pelo così lungo dovrà essere mantenuto da chi sa come pettinarlo e curarlo; essendo un pelo molto fine tenderà ad aggrovigliarsi ma basterà qualche minuto durante la giornata per evitarlo.

Salute e malattie

«Buona salute, è un cane forte nonostante le piccole dimensioni»

Il Chin è un cane piuttosto sano e forte. Il cranio brachicefalo può portare a difficoltà di respirazione e problemi agli occhi, e per questo è sempre meglio evitare temperature troppo estreme, soprattutto per quanto riguarda il caldo. Puo' avere problemi di parto come tutti i cani di piccole dimensioni.

Tendenza ad ingrassare

«Si mantiene in splendida forma»

I cani da compagnia tendono ad ingrassare se non passeggiano sufficientemente ma il Japanese Chin è molto vitale e brucia molte energie durante il giorno. Non ha la tendenza ad ingrassare troppo.

Apprendimento

Torna all'indice
3.8

Vuoi addestrare il tuo cane? trova un buon addestratore di cani nella tua zona!

Intelligenza e addestramento

«Dotato di grande intelligenza .amorevole e mite»

La prima qualità annoverata nello Standard di razza descrive il Japanese Chin come "intelligente". La sua intelligenza gli fa assumere atteggiamenti più umani che canini. E' un'intelligenza innata che mette a disposizione nella socializzazione, nell'educazione e nei rapporti con la famiglia. Tra le sue virtù spiccano l'amorevolezza ed il suo carattere mite ed indipendente, come del resto risultano essere pressoché tutti le razze tibetane e cinesi. Non è difficile da educare ma ci vuole pazienza, dolcezza e costanza ; sono queste le chiavi per ottenere risultati.

Fedeltà e fughe

«Fedelissimo e poco incline alle fughe»

La sua fedeltà è indiscutibile e preferisce rimanere vicino al padrone piuttosto che allontanarsi volontariamente ma va comunque tenuto al guinzaglio durante le passeggiate (come, del resto, prescrive la legge).

Tendenza a mordere

«Equilibrato e non incline al morso»

Il Japanese Chin è un cane gioioso ma pacato e responsabile e non arriverebbe mai al morso se non indispettito a dismisura o per gioco in tenera età. Ha un ottimo self control che mette in atto in tutte le occasioni. Ricordiamoci comunque che il morso è l'unico atto che può essere messo in pratica da un cane, sia per autodifesa che per difendere le proprietà. Non ha comunque tendenza a mordere ed è anche molto rispettoso dei bambini.

Tendenza a cacciare una preda

«Non è interessato a cacciare nessun tipo di preda»

Nonostante le sue origini da cacciatore, il Japanese Chin non ha un predatorio importante, resta un esemplare da compagnia.E' comunque molto curioso ed è proprio questa sua caratteristica che può spingerlo a considerare la possibilità di inseguire un animale per gioco, ma non si mostrerà mai incline a cacciare una preda.

Tendenza ad abbaiare o ad ululare

«Il cane Zen per eccellenza»

Il Japanese Chin è piuttosto riservato e non abbaia molto.Difficilmente segue l’istinto di altri "toy " che hanno la naturale predisposizione ad abbaiare in modo incessante verso gli altri cani, soprattutto più grossi: infatti non è nemico di nessuno e non aggredisce praticamente mai.Il Chin è amico di tutti i quattro zampe.

Bisogno di esercizio

Torna all'indice
4

Livello di energia

«Energia e vitalità alternati a dolci pause»

E' una razza vivace e piena di energia e se c'è la possibilità gradisce fare delle belle passeggiate per sfogarsi un po'. Ama correre e giocare ma apprezza anche i suoi momenti di assoluto relax dove lo troverete raggomitolato in cima alla spalliera del divano.

Vigorosità

«Mite ma divertente e sempre educato»

E' un cane mite e pacato. Nelle caratteristiche dello standard di razza , il secondo aggettivo è proprio "mite" . Vivace quanto basta per interagire nel gioco e nella vita familiare. È, comunque, un cane molto tranquillo e divertente, tendenzialmente sempre molto ben educato e socievole.

Bisogno di esercizio

«Bisogno di esercizio fisico nella media»

Non c'è una vera e propria regola perchè non ama essere forzato. Può esserci la giornata che apprezza di più stare fuori a giocare o fare una passeggiata oppure quella che non si smuove dal divano perchè ha voglia di coccole e relax.In ogni caso non bisogna insistere .

Tendenza al gioco

«Un vero mattatore, coinvolgente e divertente»

Il Japanese Chin è un giocherellone , specialmente da piccolo.E' un cane che adora interagire con il proprietario e con i più piccoli. Si diverte molto ma bisogna limitare la durata delle sessioni di gioco poiché per un cane di piccole dimensioni potrebbe essere troppo stancante. Da adulto cambia, preferendo di più la tranquillità al gioco; nonostante questo ricercherà sempre uno stretto contatto con il suo padrone con il quale ama condividere la sua vita. La "danza delle maree" è caratteristica della razza e consiste in una serie di rotazioni del cane su se stesso. Si tratta di una danza eseguita quando è contento o quando gioca ed è uno spettacolo che fiero , regala al suo padrone.


Sei un esperto di Chin? Aiutaci a migliorare questa scheda:

Potrai veder comparire il tuo allevamento nelle fonti qui sopra!

Razze simili a Chin Giapponese per caratteristiche, gruppo e dimensione

Dì la tua sulla razza Chin Giapponese:

Potrebbero interessarti anche: