La razza Cane da Pastore dell'Asia Centrale

A cura di Gabriele Porfilio Allevamento Conti della Mutilena

Descrizione generale

Cane da Pastore dell'Asia Centrale detto anche: Pastore dell'Asia Centrale, Asiat, Asiatskij Volkodav, Alabai, Sredneasiatskaia Ovtcharka, Tohmet, Sage Koochee, Central Asian Shepherd Dog, Central Asian Ovtcharka, Turkmen Ovtcharka, CPAC

Il Cane da Pastore dell'Asia Centrale è un cane sicuro di sé, equilibrato, tranquillo, orgoglioso e indipendente. È molto coraggioso e ha grande capacità lavorativa, resistenza e un istinto naturale del territorio. Caratteristica è la sua mancanza di paura nei confronti dei grandi predatori. È una razza di grande taglia, dall'aspetto impressionante che ama molto la sua famiglia. Lo Standard di razza lo descrive così: "Il Cane da Pastore dell’Asia Centrale è di costruzione armoniosa e grande taglia, e moderata lunghezza (con un corpo né corto né lungo). Robusto, corpo vigoroso, voluminoso, con muscoli visibili. Il dimorfismo sessuale è ben definito. I maschi sono più massicci delle femmine, con garrese più pronunciato e una testa più grande. La piena maturità fisica è raggiunta all’età di 3 anni; quella psicologico/caratteriale già prima dell' anno. La lunghezza del corpo è solo leggermente superiore all’altezza al garrese". Purtroppo non è ben definita la specificità della razza mescolando con il termine di pastore dell’Asia centrale, in realtà, una serie di tipologie canine simili per caratteristiche lavorativo/pastorali ma profondamente diverse tra loro. Basti dire che la razza attuale ha individui che spaziano tra i Kg. 50 ad oltre kg.100 e dai cm. 50 sino ad oltre cm.90 al garrese. Ci sono CPAC che pur avendo comportamenti da cane da pastore, penalizzati del fatto che i maschi sono kg. 50-55, si muovono in gruppo (branco) come i lupi per difendere il gregge dai predatori. Altri CPAC, che specificamente sono stati selezionati nella parte più a nord della Russia, che vivono buona parte della loro vita in solitaria con la mandria o gregge, e lo difendono direttamente attaccando i predatori (orso e lupo) anche da soli, essendo molto più grandi dei primi ( kg. 85-100 ed oltre cm.90 al garrese). Questi ultimi assomigliamo moltissimo ai parenti “Pastori del Caucaso”, differendo da quest’ultimi perché caratterialmente più stabili e meno “ombrosi” e per la muscolatura più lunga e piatta, atta rendere più scattante e veloce il soggetto nella lotta. Mentre per quanto riguarda la componente familiare entrambi i tipi sono simili amando e difendendo la famiglia oltre ogni limite, soprattutto i bambini

Pastore Asia Centrale in sintesi

Aspetto e attributi

Lo Standard di razza lo descrive così: "Il Cane da pastore dell’Asia Centrale è di costruzione armoniosa e grande taglia, e moderata lunghezza (con un corpo né corto né lungo). Robusto, corpo vigoroso, voluminoso, ma non con muscoli visibili. Il dimorfismo sessuale è ben definito. I maschi sono più massicci e coraggiosi delle femmine, con garrese più pronunciato e una testa più grande. La piena maturità è raggiunta all’età di 3 anni. La lunghezza del corpo è solo leggermente superiore all’altezza al garrese. Una più alta statura è desiderabile ma l’insieme deve rimanere proporzionato. La lunghezza degli anteriori fino al gomito deve essere il 50-52% dell’altezza al garrese. La lunghezza del muso è inferiore alla ½ della lunghezza della testa, ma più di ⅓".

Caratteristiche fisiche ammesse dallo standard:

  • Colori: rosso, fulvo, sesamo, bianco, nero, leggero, arlecchino, carbone, crema, dorato, sabbia
  • Pelo: denso, dritto, robusto, corto, semilungo
  • Mantello: bicolore, uniforme, mantello doppio, fitto, shaded

Razze simili

Bovaro del bernese, Bullmastiff, Schnauzer gigante, Mastino Napoletano, Hovawart

PREZZI E MANTENIMENTO

Il prezzo di un cucciolo di Cane da Pastore dell'Asia Centrale si attesta dagli 800 ai 1500 Euro. È necessario rivolgersi per l'acquisto di un cucciolo, esclusivamente a allevatori seri e di comprovata esperienza, poiché il CPAC è un cane di grande mole che potrebbe essere soggetto a patologie e a difficoltà caratteriali. Il mantenimento potrebbe essere gravoso, poiché la sua dieta deve essere abbondante e di ottima qualità. Il costo mensile per il cibo potrebbe variare da 80 a 90 Euro. Oltre alle visite veterinarie, bisognerà mettere in conto anche quelle della toelettatura, poiché un cane di queste dimensioni necessità di un ambiente professionale per essere ben gestito.

Cerchi un Pastore Asia Centrale?

Trovalo fra i nostri allevatori selezionati:

o fra gli annunci di AnnunciAnimali.it:

Carattere e socialità

Torna all'indice
3.4

Carattere e temperamento

«Ha un carattere sicuro di sé ed è senza paura»

Lo Standard di razza descrive il Cane da Pastore dell'Asia Centrale come un cane sicuro di sé, equilibrato, tranquillo, orgoglioso e indipendente. È molto coraggioso e ha grande capacità lavorativa, resistenza e un istinto naturale del territorio. Caratteristica è la sua mancanza di paura nei confronti dei grandi predatori. È un cane di grande carattere, grande forza e grande temperamento. Gli si affiderà volentieri la difesa della casa e della famiglia poiché si sa che è un cane incorruttibile e amante del suo nucleo e del suo territorio.

Affettuosità verso la famiglia

«Molto affezionato alla famiglia»

Il CPAC è un cane molto affezionato al proprio nucleo famigliare che difende strenuamente da qualsiasi pericolo. Ha un amore grande verso il proprietario che sarà una persona molto concreta e coerente e per i bimbi. Ha un legame forte e imprescindibile e dedica tutto se stesso al compito di guardiano. È una razza indipendente per quel che riguarda il potere decisionale, ossia vaglia le situazioni e agisce di conseguenza, ma per quel che riguarda l'aspetto emotivo, dona al suo proprietario e al suo nucleo tutta l'affettuosità possibile.

Amichevole con i bambini

«Ha un ottimo rapporto con i più piccoli della famiglia»

Il Cane da Pastore dell'Asia Centrale è geneticamente un cane abituato a curare mandrie e greggi e per questo motivo, ama particolarmente radunare la propria famiglia. Già da cucciolo dovrà essere abituato ad avere a che far con dei bambini così da imparare a dosare la sua forza nell'interazione con i più piccoli. È naturalmente tollerante e paziente nei loro confronti e, soprattutto le femmine, esprimono un particolare senso materno. Nonostante questa benevolenza, la sorveglianza di un adulto è sempre necessaria.

Rapporto con gli sconosciuti

«È un ottimo cane da guardia e si comporta di conseguenza»

Il Cane da Pastore dell'Asia Centrale è diffidente e territoriale per natura, non è un cane che si allarma senza un valido motivo e non manca mai di avvertire con un tipico e profondo latrato la presenza o l'avvicinamento di un estraneo. È un cane dai nervi saldi che sa dosare la forza del suo intervento a secondo quel che gli si presenta. Meglio non abbandonare gli sconosciuti in balia del CPAC senza la presenza del proprietario.

Socialità con altri cani

«La socialità con altri cani non è la punta di diamante di questa razza»

La socialità del CPAC deve essere iniziata fin dalla più tenera età per fare in modo che sia ben educato e amichevole con i propri consimili. Difficilmente un Cane da Pastore dell'Asia Centrale accetterà una convivenza se verrà messo i discussione il suo status di capobranco. Sono escluse le convivenze tra maschi dominanti. Per quel che riguarda le femmine, esse sono generalmente più accomodanti.

Adattabilità

Torna all'indice
2.4

Adattabilità alla vita in appartamento

«Non è adatto alla vita di appartamento»

Il Cane da Pastore dell'Asia Centrale è un cane di grande taglia che si adatta molto poco alla vita in appartamento. Ha necessità di movimento e di esercizio perciò la vita in casa non gli è consona. È una razza da lavoro, selezionata per la guardia al bestiame e alle proprietà. Ha una grande energia che ha bisogno di spendere nel lavoro e nel gioco.

Tolleranza a stare da solo

«Non ama stare da solo»

Il CPAC ama molto stare con il suo nucleo famigliare ma poco adatta anche a rimanere solo. Quando è cucciolo non dovrebbe essere abbandonato a sé stesso sebbene ha già in sé una forza caratteriale che lo contraddistingue. Inoltre, le cattive abitudini che prende, se lasciato in solitudine, saranno difficilmente rimediabili. È meglio che i componenti della famiglia abbiano modo di seguirlo sin da piccolo per evitare cattive abitudini ed insegnare gli usi della famiglia in modo da avere una convivenza corretta e senza problemi..

Adatto come primo cane

«Non è una razza adatta come primo cane»

Il Pastore dell'Asia Centrale non è una razza adatta a un neofita poiché ha bisogno di essere diretto ed educato già fin dalla più tenera età perché possa crescere bene e con un carattere mite e pacato. È un cane sensibile e amorevole ma ha bisogno di una guida coerente e presente che lo aiuti ad imparare. Come molti cani da pastore e soprattutto nei maschi, ha una spiccata attitudine all’intelligenza ed a prendere decisioni in autonomia, che possono diventare di difficile convivenza, se il proprietario non sa correggere sin da subito possibili atteggiamenti ostili e difformi dalle situazioni che gli si presentano.

Tolleranza alle temperature fredde

«Razza che non teme il freddo»

Il CPAC è una razza di origini russe abituato a freddo e al gelo durante il suo lavoro di guardiano. Si dice che anche se avesse un giaciglio caldo dove potersi rifugiare preferirà rimanere nel punto più alto del suo territorio per avere una panoramica e poter svolgere al meglio il suo lavoro.

Tolleranza alle temperature calde

«Preferisce di gran lunga i climi freddi»

Essendo un cane abituato al freddo, il caldo potrebbe essere fastidioso. Bisognerà approntare un luogo fresco dove si possa rifugiare per ristorarsi con acqua a volontà. Il proprietario dovrà essere attento ad eventuali sintomi di colpo di calore.

Cure e salute

Torna all'indice
3

Cura e perdita del pelo

«Perde pelo durante le mute stagionali»

La perdita del pelo del Pastore dell'Asia Centrale potrebbe essere importante durante i due periodi di muta che coincidono con la fine dell'inverno e quella dell'estate. Poiché è un cane che resta “fuori” difficilmente ci accorgeremo di perdite di pelo in altri periodi dell’anno, ma la muta è copiosa e abbastanza veloce con il cambiamento climatico. Una muta lenta e continua sottintende errata alimentazione per eccesso di proteine e grassi nella dieta.

Salivazione e contenimento della bava

«Perdite di bava possibili»

Il CPAC non ha una perdita di bava considerevole ma, se così fosse, si consiglia di ispezionare il cavo orale per assicurarsi che non ci siano infiammazioni o infezioni in atto a denti o gengive

Facilità di pulizia

«Data la taglia non è di facile esecuzione»

La toeletta del Cane da Pastore dell'Asia Centrale non è di facile esecuzione dovuto alla imponenza della taglia. Per il bagno è utile rivolgersi ad una struttura professionale a meno che non si disponga di un ambiente adatto. Buona norma è spazzolarlo ed ispezionare il cavo orale, pulire gli occhi, le orecchie e gli spazi interdigitali.

Salute e malattie

«Non soffre di particolari patologie»

Il Cane da Pastore dell'Asia Centrale è una razza che non teme le intemperie. È robusto e di grande potenza. Più difficilmente di altre razze sensibile a displasie delle anche e dei gomiti, alla torsione dello stomaco e alle patologie cardiache. L'apparato scheletrico va curato durante la fase di crescita con i giusti apporti di calcio ma senza esagerare, poiché lo sviluppo è particolarmente veloce. La scelta di un mangime unico è molto difficile in quanto variano molto le necessità alimentari di questa razza durante la crescita soprattutto nei primi mesi. La rusticità del CPAC ben si adatta ad una alimentazione tradizionale con materie prime non particolarmente raffinate e, dove, il quantitativo di carne giornaliero, diventi la variabile in base alle esigenze nutritive del periodo. Sempre tenendo costante il fatto che, in età adulta, sono cani molto rustici che amano diete molto parche e povere di carne e di proteine.

Tendenza ad ingrassare

«Non ha particolare tendenza ad ingrassare»

Il CPAC è un cane rustico e frugale e non goloso. Non ha tendenza ad ingrassare se lo si alimenterà con un eccellente mangime in quantità adeguata rispetto all'esercizio quotidiano. Se non vive in un grande giardino, le passeggiate saranno numerose così da poter smaltire le proteine, i lipidi e i carboidrati eventualmente accumulati.

Apprendimento

Torna all'indice
3.4

Vuoi addestrare il tuo cane? trova un buon addestratore di cani nella tua zona!

Intelligenza e addestramento

«Razza intelligente e ben addestrabile seppur indipendente»

Il Cane da Pastore dell'Asia Centrale è un cane intelligente e molto ben addestrabile. È un cane indipendente che prende decisioni personali sempre molto ben sensate, se sarà stato cresciuto con pazienza e sagacia. Non sarà mai un subalterno, se il proprietario non è coerente e sa gestire al meglio una leadership. È anche molto coraggioso sul lavoro e non ha paura di nessuno, nemmeno dei grandi predatori. È riservato e ha l’abilità di adattarsi ad una grande varietà di funzioni. È forte e attento al suo territorio e alla sua famiglia, insomma il compagno ideale su contare in ogni momento e situazione.

Fedeltà e fughe

«Non è dedito alle fughe perché è molto responsabile»

Il Cane da Pastore dell'Asia Centrale ha una missione nella vita: stare accanto al suo "gregge" e difenderlo da qualsiasi incombenza. Non cercherà di fuggire e non è interessato ad esplorare territori diversi se questo lo può distogliere dalla sua mansione di supervisore. Una recinzione adeguate servirà più nell'eventualità ad un malintenzionato piuttosto che aspettarsi che il CPAC tenti di fuggire. Durante le passeggiate, si raccomanda comunque di tenerlo sempre al guinzaglio.

Tendenza a mordere

«Non è una razza pericolosa se non ha percezione del pericolo»

Non ha tendenza ad essere aggressivo, se ben socializzato verso le altre persone e altri animali. Essendo però una razza indipendente, che prende anche decisioni autonome, sarebbe meglio non profittare. La presenza del proprietario, nel caso di visite da parte di sconosciuti, è imprescindibile. È comunque improbabile che aggredisca senza motivo poiché può arrivare ad essere molto aggressivo solo quando ritiene che sussista un reale pericolo. Affinché il nostro CPAC continui ad operare da guardiano incorruttibile, sarebbe buona norma disporre di un piccolo recinto e/o box in cui tenerlo quando vengono in visita parenti ed amici che non siano strettamente la famiglia. Così facendo non correremo il rischio di creare confusione al CPAC sull’individuazione dei reali componenti della famiglia che lui proteggerà, e non ci esporrà al rischio che atteggiamenti degli estranei possano essere male interpretati dal cane inducendolo alla difesa quando non serve.

Tendenza a cacciare una preda

«Non ha propensione alla caccia»

Non ha propensione per la caccia, ma potrebbe comunque diventare distruttivo nei confronti di animali che mettono in pericolo i suoi beneamati. È un cane da pastore, o quantomeno da guardia e, normalmente, non ha interesse per la selvaggina.

Tendenza ad abbaiare o ad ululare

«Abbaia solo quando serve»

La sua mole massiccia rende la sua voce particolarmente potente, e questa razza ama usarla per avvertire il proprietario dell'avvicinarsi di qualcuno nel suo territorio. Non abbaia mai senza una motivazione e non ha l'abitudine di rispondere ai richiami di altri cani, prendendo le sue decisioni se è il caso di allertare il proprietario oppure no.

Bisogno di esercizio

Torna all'indice
3.5

Livello di energia

«È un cane energico e pieno di iniziativa»

Come già ampiamente scritto, il Pastore dell'Asia Centrale è un cane di grandi dimensioni che ha una grande energia che spende facendo la guardia alla sua proprietà. È comunque un cane pacato che spenderà le proprie energie con parsimonia e senza mai essere troppo attivo ed invadente, senza avvicinarsi troppo al proprietario, ma senza mai perderlo di vista. Il Pastore dell'Asia Centrale è pieno di iniziative e spenderà le sue giornate curando il suo territorio e la sua famiglia. Ne risulta che sia sempre attento e vigile.

Vigorosità

«Il Cane da Pastore dell'Asia Centrale è una razza mite che sa scatenarsi alla bisogna»

Il CPAC è una razza mite e ben addestrabile che dimostra una intelligenza molto vivace. Ha un buon approccio alla vita perché è un cane attento e energico. È un cane che sa scatenarsi alla bisogna e diventa estremamente vigoroso nel momento della difesa della sua proprietà e della sua famiglia. Famoso il detto di chi possiede la razza: "Se entrate dovete correre forte".

Bisogno di esercizio

«Ha bisogno di fare esercizio quotidianamente»

Non è necessario esercitare di più il Cane da Pastore dell'Asia Centrale di quanto già non faccia per la guardia al suo territorio. Ma se il cane è tenuto fa le quattro mura, è altro discorso. Bisogna fare in modo che possa uscire più volte al giorno ma, per le lunghe passeggiate, bisognerà aspettare l'età adulta. Inoltre, l'esercizio servirà per mantenere sempre una perfetta forma sia fisica sia psicologica.

Tendenza al gioco

«È un cane a cui piace giocare»

Se non ha un suo consimile per poter giocare, la sua attenzione sarà rivolta ai membri della famiglia che dovranno spendere con lui momenti ludici e passatempi. Anche i bambini sono perfetti compagni di giochi, ma sempre sotto la supervisione di un adulto attento. se a giocare è un cucciolo. Se parliamo invece di un CPAC adulto questa supervisione potrebbe non essere necessaria e ci stupiremo di quanta delicatezza e sicurezza trasmetterà il cane al cucciolo (bambino). Bisogna poter avere il tempo di intrattenerlo in sessioni di gioco così da instaurare un rapporto ancora più profondo.

Club Cane da Pastore dell'Asia Centrale e altri links alle fonti


Sei un esperto di Pastore Asia Centrale? Aiutaci a migliorare questa scheda:

Potrai veder comparire il tuo allevamento nelle fonti qui sopra!

Razze simili a Cane da Pastore dell'Asia Centrale per caratteristiche, gruppo e dimensione

Dì la tua sulla razza Cane da Pastore dell'Asia Centrale:

Potrebbero interessarti anche: