Il gatto Persiano

A cura di Isabella Milani

Descrizione generale

Persiano detto anche: Longhair, Persian Longhair, Shiraz, Shirazi

Il persiano è la razza che da un punto di vista storico è stata tra le prime ad essere stata selezionata. Si sa che vennero importati dalla Persia attraverso le carovane di mercanti che dall'oriente arrivavano fino in Occidente, così come si sa che la stessa regina Vittoria possedeva dei persiani blu. Originariamente i persiani avevano il muso allungato, ed erano definiti con il termine di normotipici. Solo in seguito vennero selezionati attraverso dei ceppi che si diffusero in America che portarono al naso schiacciato, ossia gli ipertipici: è proprio il nasino piccolo dalle narici però larghe che determina quella che è una delle caratteristiche principali del gatto stesso. Tra tutte le razze il persiano è il gatto che presenta il manto più lungo in assoluto che deve essere gestito con accortezza e tanta dedizione. La sua selezione non sempre è andata in favore della salute, e per questa ragione i persiani sono dei mici che necessitano di cure anche da un punto di vista alimentare: devono nutrirsi con cibi sani e di qualità. Sono i classici gatti d'appartamento non adatti ad uscire in giardino. Esiste anche la variante a pelo corto che viene chiamata EXOTIC SHORTHAIR Che deriva dall'incrocio dei persiani con i British short hair. La selezione degli esotici è più recente ed è solo negli ultimi anni che hanno avuto una grande diffusione, perché erroneamente molti pensano che la cura del manto gli esotici sia meno impegnativa, informazione non sempre corretta dal momento in cui ogni bulbo pilifero del pelo degli esotici può originare più di un pelo, mentre nel persiano ad ogni bulbo corrisponde un pelo solo. Da questo ne deriva che il manto degli esotici sia molto più fitto rispetto a quello dei “cugini” a pelo più lungo. Da un punto di vista di selezione esistono associazioni riconosciute dal ministero che consentono di incrociare nella riproduzione persiani ed esotici, avendo cucciolate quindi miste. Il CFA (the Cat Fanciers Association), invece, vuole portare avanti il concetto di Puro Persiano O Persian Longhair, o puro esotico detto Exotic Shorthair. I persiani figli di esotici vengono appellati dal CFA come Exotic Longhair Il persiano/esotico ha diverse particolarità che lo differenziano da qualsiasi altra razza e lo rendono unico e riconoscibile anche all'occhio meno esperto. La prima riguarda senza ombra di dubbio il musino e il nasino "schiacciati", difatti è l'unica razza felina brachicefala. La seconda particolarità è rappresentata dagli occhi rotondi, grandi e sporgenti che gli conferiscono un'aria più bambinesca che "felina". La terza caratteristica è il pelo. Il persiano è il gatto con il pelo più lungo in assoluto; mentre quello dell'esotico è più folto, ma corto e lo fa somigliare ad un orsetto lavatore. Per la cura di cui hanno bisogno (pulizia degli occhi, spazzolatura, bagnetto), ci sentiamo di poter affermare che un'altra loro particolarità, questa volta legata alla sfera caratteriale ed emotiva, è la predisposizione a farsi maneggiare e a fidarsi del proprio umano. Passerebbero ore in braccio e a farsi accarezzare.

Persiano in sintesi

Aspetto e attributi

La morfologia del persiano/esotico può essere descritta con aggettivi che rimandino alla circolarità e alla rotondità. A partire dal muso tondo e schiacciato, il cui mento è forte, ma MAI prognato, le guance piene, la fronte bombata e il sovra-testa arrotondato, che gli conferiscono circolarità in ogni dimensione. Al centro del musetto troviamo un naso corto e incastonato in mezzo agli occhi, che invece sono grandi, distanti tra loro, tondi, sporgenti e globosi. Le orecchie, anch'esse distanti tra loro e piazzate basse al lati del cranio, sono piccole e arrotondate. Il corpo è massiccio e compatto, con coda corta e proporzionata al corpo e zampe basse e forti. Possiamo dire che esistano tre varianti: i persiani tradizionali con il manto del pelo solido (o diluito), bicolori, arlecchini o Van (la differenza è la quantità di bianco del pelo rispetto a quella colorata) con occhi sempre Ambra o cuoio, oppure i colorpoint dagli occhi azzurri e dal manto bianco nel corpo colorati solo nelle estremità ossia testa zampe e coda, oppure i Chinchilla dagli occhi Verdi e dal manto colorato esclusivamente sulla punta del pelo

Caratteristiche fisiche ammesse dallo standard:

  • Colori: rosso, bianco, nero, blu, arlecchino, argento, marrone, crema, cioccolato, lilla
  • Pelo: denso, serico, lungo
  • Mantello: bicolore, tricolore, uniforme, shaded, fumo, striato tabby, tartaruga, colorpoint, tortie, blotched, mackerel, ticked

PREZZI E MANTENIMENTO

Come tutti i gatti, è opportuno che vengano alimentati e nutriti nella maniera ottimale, scegliendo alimenti naturali e di qualità che comportano dei costi. Magari è opportuno a cadenza annuale fare un check Up veterinario.

Il prezzo medio di un Persiano offerto in vendita da Luglio 2018 ad oggi su AnnunciAnimali.it è di:

  • Euro 750,00 riferito a 12 allevatori
  • Euro 497,20 riferito a 61 privati

Cerchi un Persiano?

Trovalo fra i nostri allevatori selezionati:

o fra gli annunci di AnnunciAnimali.it:

Carattere e socialità

Torna all'indice
5

Carattere e temperamento

«Un carattere speciale»

Hanno un'indole speciale, sono sempre alla ricerca di coccole ed attenzioni, sanno farsi capire e interagiscono con l'uomo come fossero bimbi: si legano alle persone nello stesso modo in cui farebbe un cagnolino. Sono pacati, buoni, educati e generalmente meno agili rispetto ad altre razze, infatti non amano arrampicarsi. Se stimolati adorano giocare e come tutti i gatti di razza allevati in casa, sono molto dolci, affettuosi, equilibrati e di compagnia.

Affettuosità verso la famiglia

Estremamente dolce verso tutti i componenti della famiglia, anche se come tutti i mici hanno le loro preferenze e affinità con uno o più componenti. Possono andare d’accordo anche con altri animali se abituati. Nei confronti degli sconosciuti non sono sempre così socievoli, da veri gatti aristocratici sono selettivi: “se gli piaci ti daranno confidenza, altrimenti resteranno per conto loro”. Possono essere gelosi del loro padrone

Cure e salute

Torna all'indice
3.33

Cura e perdita del pelo

«Particolari cure al pelo»

Il persiano è il gatto con il pelo più lungo in assoluto; mentre quello dell'esotico (persiano a pelo corto) è più folto, ma corto e lo fa somigliare ad un orsetto lavatore. Per la cura di cui hanno bisogno (pulizia degli occhi, spazzolatura, bagnetto), ci sentiamo di poter affermare che un'altra loro particolarità, questa volta legata alla sfera caratteriale ed emotiva, è la predisposizione a farsi maneggiare e a fidarsi del proprio umano. Ad ogni modo sono gatti che vanno spazzolati quotidianamente, lavati con periodicità altrimenti vanno incontro alla formazione di nodi. Una volta all’anno fanno la muta e perdono ingenti quantità di pelo, ma questo come tutti i gatti

Facilità di pulizia

«Necessità di cure quotidiane»

Come accennato in precedenza i persiani vanno lavati in quanto la tendenza alla secrezione sebacea del manto può portare alla formazione di nodi, inoltre vanno spazzolati con frequenza. Particolare attenzione deve essere riversata nei confronti degli occhi, spesso soggetti a lacrimazione

Salute e malattie

«Salute e malattie nella media»

La principale malattia genetica ereditaria a trasmissione autosomica dominante del persiano/esotico è il rene polcistico (PKD), per cui gli allevatori testano i propri riproduttori. Test grazie al quale ai giorni d'oggi è raro trovare un gatto positivo, anche perché le associazioni feline impongono l'obbligo del test genetico ai riproduttori che vengono ammessi alla riproduzione solo se negativi (e questi dati sono riportati nel pedigree)

Club Persiano e altri links alle fonti


Sei un esperto di Persiano? Aiutaci a migliorare questa scheda:

Potrai veder comparire il tuo allevamento nelle fonti qui sopra!

Dì la tua sulla razza Persiano:

Potrebbero interessarti anche: